Psicologia

10 propositi salutari per l'anno che verrà (a prova di scienza)

Tante ricerche scientifiche spiegano quali abitudini prendere per raggiungere salute e serenità. Ecco i propositi giusti da fare a Capodanno.

Salute e serenità. Mai come quest'anno, dopo il lungo incubo covid - che ancora non è finito - speriamo in un nuovo anno ricco di benessere psicofisico. Ecco allora un decaologo di buoni propositi salutari a prova di scienza.

1 - Scaccia la rabbia "cattiva". Sentirsi spesso o costantemente arrabbiati può portare a effetti a lungo termine spiacevoli per noi stessi e per le nostre relazioni affettive e sociali. È un'emozione che ci spinge a compiere gesti rischiosi e a urlare frasi che feriscono. La rabbia cronica può anche avere un impatto sul corpo in più modi: mal di testa, ansia, stress e quindi problemi di digestione e ipertensione. Poi, c'è anche un'altra rabbia: quella "positiva" che ci aiuta a reagire e a uscire dai guai. È l'emozione che nell'evoluzione ha aiutato i nostri antenati a difendere se stessi e la prole dalle minacce dell'ambiente e che, a differenza della paura, li spingeva all'attacco e non alla fuga. Ma di questa rabbia non c'è da preoccuparsi.

2 - ama l'arte, ascolta musica. Troviamo il tempo per riscoprire la cultura organizzando una visita al museo, una serata a teatro o al cinema, a un concerto. Le ricerche suggeriscono che le persone che trovano il tempo per dedicarsi ad attività culturali hanno un rischio inferiore di sviluppare la depressione rispetto a quelle che non lo fanno. E poi la musica: suonare qualsiasi melodia - meglio se allegra - può fare miracoli sulla psiche e anche sul corpo: alza l'umore, ci dà carica, ci consola e aiuta a praticare meglio qualsiasi attività fisica. E ci sono anche diverse applicazioni scientifiche perché agisce sulle zone più remote e primitive del cervello.

3 - più gentilezza e tanti abbracci. Gentilezza verso se stessi e verso gli altri e più abbracci quotidiani. Ricerche recenti mostrano che essere calorosi con sé stessi soprattutto quando proviamo dolore e ci si sentiamo inadeguati aiuta molto di più a sentirsi meglio piuttosto che ignorare il problema o continuare a ferirsi con l'autocritica. Altri studi, inoltre, sottolineano il potere degli abbracci: come la gentilezza e l'altruismo, portano benefici all'organismo aumentando i livelli di ossitocina e dando effetti positivi sul sistema immunitario. 

4 - solo amici veri. Gli amici, quelli veri, aiutano a vivere meglio: motivano, ispirano, intrattengono, consigliano, supportano e molto altro ancora. Le neuroscienze spiegano, infatti, quanto il nostro cervello sia affamato di amicizia: gli amici ci possono mancare esattamente come ci manca il pane quando siamo affamati.

Allo stesso modo, gli "amici" tossici vanno evitati: depennarli senza farsi tanti problemi per dedicare il nostro tempo solo con chi ci fa bene è un'ottima iniziativa da prendere ogni anno.

5 - Cammina, cammina. Se la palestra non fa per voi, la piscina nemmeno e la bicicletta nemmeno un minimo di attività fisica deve essere fatta: mantenersi in movimento con una semplice passeggiata nel quartiere o nel parco più vicino sarebbe già molto. Le ricerche scientifiche provano che gli adulti dovrebbero fare attività fisica per almeno 30 minuti al giorno. Fare solo una passeggiata è meglio di niente.

6 - meno alcol. L'alcol prima solleva il morale, poi butta un po' giù. Il troppo alcol ci intossica, eppure lo beviamo correndo tutti i rischi connessi come quello di ammalarsi di alcuni tumori. Insomma, provare a ridurre il consumo di alcol è un ottimo obiettivo: potrebbe migliorare, tra le altre cose, anche l'umore e il sonno.

7 - L'ultima sigaretta. Magari è l'anno buono per smettere davvero fumare dato che come sappiamo bene le sigarette - vaporizzatori compresi - sono estremamente dannose per la salute, in particolare per i polmoni. Avete mai letto quante e quali sono le sostanze killer che contiene una sigaretta?. Se smettiamo, i primi benefici per il nostro organismo arrivano già dopo 20 minuti, mentre quelli avvertibili dopo 48 ore: dalla capacità polmonare ai ritrovati sapori, passando per tosse, sintomi da astinenza. Insomma, sono tante le conseguenze della migliore decisione che possiate prendere per la salute vostra e di chi vi sta vicino. E anche del portafoglio.

8 - Più aria, più natura, più luce. Trascorrere più tempo possibile all'aperto, magari in spazi verdi a contatto con la natura è un'ottima abitudine anche quando il clima diventa più rigido. La luce del sole, inoltre, è fondamentale per regolare il l'umore durante la giornata: può aiutare a regolare i nostri ritmi circadiani, avendo un impatto diretto sul benessere psicofisico e sulla produttività. La vita al chiuso, insomma, non fa mai bene.

9 -  Mangia più sano. Dopo aver mangiato e bevuto a volontà a Natale e Capodanno, più di un terzo delle persone si ripromettono di migliorare le proprie abitudini alimentari non solo per perdere chili, ma anche perché si sa che il il girovita fuori misura fa davvero male alla salute. La scienza conferma, inoltre, che l'obesità è dovuta più a ciò che mangiamo, che a quanto mangiamo: sono i cibi ad elevato indice glicemico, infatti, che favoriscono l'accumulo di grassi.

Cerchiamo allora di seguire una dieta sana ed equilibrata: la dieta mediterranea è senza dubbio la più consigliata soprattutto per le persone a rischio di infarto,  dato che aiuta tanto quanto le statine, tra i farmaci più prescritti per il controllo del colesterolo. E poi lo sapevate che il modello alimentare Patrimonio dell'Umanità?

10 - Un libro sul comodino. La lettura fa bene al cervello, aiuta a rilassare e ad alleviare l'ansia. Niente smartphone, pc o Tv tutte le sere: almeno una o due volte alla settimana leggiamo un libro prima di dormire. Vanno bene anche le riviste: per esempio il nostro Focus che quest'anno festeggia 30 anni in edicola.

27 dicembre 2021 Fabrizia Sacchetti
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us