Nei secoli passati eravamo più felici?
Gli ultimi 200 anni di (in)felicità ricostruiti da uno studio su milioni di testi digitalizzati: ecco come guerre, crisi economiche e regimi hanno influenzato il benessere psicologico nazionale.
Agenda 2030: siamo indietro di 43 anni
Tra bisogni elementari e libertà inalienabili, facciamo il punto sullo stato di avanzamento degli Obiettivi di sviluppo sostenibile. Con l'aiuto di uno strumento più sincero e disilluso del PIL.
Il cibo buttato prima ancora di essere venduto
La FAO fa luce sulla quantità di cibo che diventa inutilizzabile ancora prima di raggiungere i canali di distribuzione, e sulle cause di questa silenziosa emorragia.
ABBONATI

SCARICA L’APP

iOS Android Amazon

Google compra ICOA oppure no?
ICOA non è una catena di negozi d’arredamento, ma un provider con un’ampia rete di hotspot Wi-Fi. Google ha deciso di acquistare l’azienda per 400 milioni di dollari, ma la notizia è stata subito smentita dagli interessati. Cosa c’è sotto?
Apple e Google, design e web
Apple inizia a guardarsi alle spalle: Google sta migliorando sotto il punto di vista estetico più rapidamente di quanto non faccia l’azienda di Cupertino con i servizi web. La soluzione? Acquistare Twitter e i suoi giovani talenti per rilanciarsi.
Intel dice addio a Otellini
Dopo quasi 40 anni di onorata carriera, Paul Otellini ha deciso di dire addio alla sua amata Intel e di andare in pensione. Sotto la sua guida, l’azienda californiana è diventata leader nel settore dei microprocessori: ora come farà ad andare avanti?
Android sbanca in Cina
La Cina si tinge di verde. No, non c’è stata, purtroppo, un’improvvisa ondata ecologica a travolgere il gigante asiatico; piuttosto si tratta dell’Android-mania che ha contagiato il Paese. Secondo il report di TechinAsia, il 90% dei dispositivi mobile cinesi monta il sistema operativo di Google.
Apple Blue Sky
Dalle parti di Cupertino le novità non mancano mai, così come i progetti in corso. Dopo la presentazione di prodotti nuovi, ora i dipendenti Apple sembrano avere un po’ di tempo in più per gli obiettivi personali, grazie a Blue Sky.
Duplice perdita per Microsoft
Squadra che vince non si cambia? La regola non sembra valere in casa Microsoft, dove Steven Sinofsky, storico presidente della divisione Windows, ha presentato le sue dimissioni. E intanto in borsa sono crollate le azioni del gigante di Redmond.
Steven Sinofsky lascia Microsoft
Lo avevamo visto solo qualche settimana fa - il 25 ottobre - alla presentazione di Windows 8. Steven Sinofsky, il papà del nuovo sistema operativo di Microsoft, se ne va da Redmond con effetto immediato. Sembra un divorzio consensuale, ma nessuno ha ancora rilasciato dichiarazioni che chiariscano lo “strappo” che, evidentemente, non riparabile con una semplice patch…
Apple in declino?
Il valore del brand Apple è, per l’annuale classifica Interbrand, secondo solo a quello della Coca Cola. Ma sembra che negli ultimi tempi qualcosa stia cambiando. Merito dei competitor di mercato, ma anche per demeriti propri.