Economia

World Economic Forums: Italia poco innovativa

L'Italia si posiziona addirittura dopo Slovenia e Tunisia!

Svezia e Singapore sono i Paesi più competitivi nell'economia digitale, secondo uno studio del World Economic Forum (WEF). Il nostro Paese è solo al 51esimo posto.

“L’innovazione tecnologica è la chiave per promuovere la crescita di un Paese”

Nord e Asia - I Paesi nordici e le economie asiatiche, secondo il rapporto Global Information Technology Report 2010-2011 del WEF (World Economic Forum), sono i più bravi a sfruttare le tecnologie dell'informazione e della comunicazione (ICT) per promuovere la loro crescita. La Svezia guida la classifica, seguita da Singapore, Finlandia, Svizzera e Stati Uniti. L’ICT è l’elemento chiave per permettere ai Paesi di superare economicamente, ecologicamente e socialmente una delle peggiori crisi economiche degli ultimi decenni.

L’Italia arranca - Il rapporto WEF si concentra sul potere delle ICT di trasformare la società nel prossimo decennio attraverso la modernizzazione e l'innovazione. L’analisi prende in esame 138 economie focalizzando l’attenzione su tre aree: il business generale, l'ambiente normativo e le infrastrutture per l’Information Technology e come individui, imprese e governi siano riusciti a sfruttarne al massimo i benefici. L’Italia, nella classifica stilata dal WEF si posiziona solo al 51simo posto dietro a Malta, Cile, Slovenia e Tunisia, solo per citare qualche nome. L’Italia non investe a sufficienza nell’innovazione tecnologica. (pp)Silvia Ponzio

Scoperte scientifiche top. Guarda la gallery!

13 aprile 2011
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us