Economia

Steven Sinofsky lascia (a sorpresa) Microsoft

Era a capo della divisione Windows.

di
Lo avevamo visto solo qualche settimana fa - il 25 ottobre - alla presentazione di Windows 8. Steven Sinofsky, il papà del nuovo sistema operativo di Microsoft, se ne va da Redmond con effetto immediato. Sembra un divorzio consensuale, ma nessuno ha ancora rilasciato dichiarazioni che chiariscano lo “strappo” che, evidentemente, non è riparabile con una semplice patch

"Dopo l’uragano in Apple, un terremoto in casa Microsoft"

Cosa sta succedendo?

Prima la dipartita di Scott Forstall, responsabile dello sviluppo Apple iOS a fine ottobre

Divorzio consensuale - Se Scott Forstall paga lo “scotto” - scusa il gioco di parole - del flop delle mappe di iOS 6, qual è il motivo della dipartita del papà del neonato Windows 8? Steven Sinofsky, 47 anni, era in Microsoft da ben 27 anni. Le tempistiche sono, a dire il vero, sospette: il nuovo sistema operativo è in circolazione da poco più di due settimane. Steve Ballmer, in una mail inviata ai dipendenti, rende omaggio al manager spiegando che i recenti prodotti Windows «hanno segnato l'inizio di una nuova era» per l’azienda e che, per continuare con successo, «la fase di sviluppo dei prodotti dev’essere più veloce». Steven Sinofsky, dal canto suo, saluta tutti motivando la scelta per questioni personali e private. La verità, prima o poi verrà a galla. Steven Sinofsky, intanto, viene sostituito da Julie Larson-Green.

Steven Sinofsky era il responsabile della divisione Windows

13 novembre 2012
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Oggi il presidente ucraino Zelensky, ieri l'imperatore Claudio, la contessa-guerriera Caterina Sforza, il sindacalista Lech Walesa, il sovrano Giorgio VI... Tutti leader per caso (o per forza) che le circostanze hanno spinto a mettersi in gioco per cambiare il corso della Storia. E ancora: nella Urbino di Federico da Montefeltro, un grande protagonista del Rinascimento; 30 anni fa, la morte di Giovanni Falcone a Capaci; lo scandalo Watergate che costrinse il presidente Nixon alle dimissioni; i misteri, mai risolti, attorno all'omicidio di Giovanni Borgia.

ABBONATI A 29,90€

Il mare è vita eppure lo stiamo sfruttando e inquinando rischiando il collasso dell’ecosistema globale. Per salvarlo dobbiamo intervenire. Come? Inoltre: perché è difficile prendere decisioni; esiste l'archivio globale dei volti; come interagire con complottisti e negazionisti; perché i traumi di guerra sono psicologicamente pesanti.

ABBONATI A 31,90€
Follow us