Sfortune equestri

rtr31tvw
La crisi economica che ha colpito gli States sta spingendo molti proprietari ad abbandonari i propri cavalli nelle praterie|Jim Urquhart/Reuters
L’estate sta finendo… e il cavallo se ne va. E così questi wrangler, i cowboy del Montana spostano verso le stalle invernali i cavalli che durante la bella stagione hanno portato a spasso per i parchi turisti e appassionati di trekking.
Si tratta comunque di animali fortunati: per i cavalli americani il 2012 è stato infatti un anno drammatico. La siccità che ha colpito il paese e la crisi economica hanno fatto aumentare in maniera spropositata il prezzo del foraggio, spingendo molti propietari a disfarsi dei propri compagni a quattro zoccoli abbandonandoli nelle praterie.
Ericka Caslin, direttrice della Unwanted Horse Coalition, una non profit di Washington che si occupa del recupero e del mantenimento dei cavalli abbandonati, ha dichiarato qualche giorno fa al New York Times che i cavalli abbandonati negli States sono oltre 180mila.
E gli equini europei non se la passano meglio: da almeno un paio d’anni le periferie di Dublino e di numerosi altri centri urbani irlandesi si sono popolate di centinaia di cavalli, che abbandonati dai proprietari vagano affamati nelle campagne.

Le più belle foto di cavalli
Il cavallo robot più evoluto del mondo
Il debito mondiale per immagini
07 Settembre 2012 | Rebecca Mantovani