Economia

Samsung tenta di far pace con Apple in Europa

Ritirate le ingiunzioni europee.

di
Samsung fa marcia indietro e ritira le ingiunzioni nei confronti di Apple in Germania, Italia, Olanda, Francia e Regno Unito. Il colosso coreano rinuncia alla sua battaglia legale nei tribunali europei a patto che le venga riconosciuto un equo rimborso. Dietro questa mossa ci sarebbe lo zampino dell’Unione Europea.

"Dietro la mossa di Samsung ci sarebbero le pressioni della Comunità Europea"

C’eravamo tanto odiati

Samsung sosteneva che Apple stesse utilizzando tecnologie wireless brevettate a suo nome

Fuori dai tribunali - «Vogliamo competere con i nostri avversari sul mercato e non nelle aule dei tribunali». È quanto si legge nella dichiarazione rilasciata dai vertici Samsung al sito The Verge. Evidentemente, anche loro si sono stufati di fare avanti e indietro per le aule dei tribunali di mezzo mondo. Questo non vuol dire, naturalmente, che il colosso coreano concederà gratuitamente l’utilizzo dei brevetti registrati a suo nome. Semplicemente, tenterà di ottenere un risarcimento equo per ogni smartphone che utilizza le sue tecnologie, venduto però da una concorrente. «Vogliamo continuare a cedere in licenza le nostre tecnologie sulla base di termini giusti, ragionevoli e non discriminatori». Il tutto per proteggere le possibilità di scelta dei consumatori.

Tatticismo - Secondo alcuni, però, la mossa di Samsung ha poco a che fare con il buonismo, con la giustizia e l’imparzialità. Lo scorso gennaio l’Unione Europea aveva annunciato l’apertura di un’indagine nei confronti del colosso coreano per verificare se infrangesse o meno le leggi antitrust della Comunità. Secondo i commissari europei, infatti, le modalità con cui Samsung gestiva i suoi brevetti “standard essentials” erano poco chiari e necessitavano di un supplemento d’indagine. Forse, con la decisione di ritirare le ingiunzioni, il gigante hi-tech asiatico spera di addolcire le posizioni dell’UE. Che, nonostante tutto, continuerà nelle sue attività investigative. (sp)

Le 10 tecnologie che cambieranno il mondo

22 dicembre 2012
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us