Comportamento

Quanto distano le città da qualunque punto della Terra: le mappe

Un progetto quantifica e illustra i tempi necessari, ovunque ci si trovi, per raggiungere il primo importante centro urbano: un esercizio che ha portato a galla alcuni dati interessanti.

Una collaborazione internazionale di ricercatori che comprende esperti di Google e dell'Università di Oxford con il Malaria Atlas Project, ha creato una serie di mappe che mostrano i tempi di spostamento tra ogni luogo del mondo e le grandi città. Il lavoro descritto su Nature mette in luce alcuni aspetti relativi a urbanizzazione, accessibilità dei servizi e disuguaglianze economiche.

In un contesto storico che vede ormai azzerate le distanze "virtuali", poter raggiungere fisicamente i luoghi in cui i servizi economici, sanitari e scolastici si concentrano è ancora una necessità cruciale per molti.

Il metodo. Per capire quanto tempo richieda arrivare alla più vicina città di almeno 50 mila abitanti dai vari punti del pianeta, i ricercatori hanno incrociato i dati di Open Street Map (relativi alle strade, anche rurali, disponibili) e del Google roads database (per stimare la distanza dalle strade), ottenendo una sintesi dell'accessibilità urbana mondiale aggiornata al 2016 - quella precedente risaliva al 2000. Come tipo di trasporto si è scelto di mappare quello via terra - strade, ferrovie - e via acqua (per esempio su fiumi), escludendo invece il trasporto aereo.

Forbice ampia. Si è così osservato, per esempio, che l'80% delle persone nel mondo vive entro un'ora di distanza da una città, con una notevole differenza, però, tra Paesi a reddito alto e non: nei primi gode di questo vantaggio il 90,7% della popolazione, in quelli più poveri, concentrati nell'Africa sub-sahariana, soltanto il 50,9%. Anche in questo caso è dunque evidenziata la forte correlazione tra reddito basso e inaccessibilità dei servizi, un punto di cui ricordarsi in vista degli Obiettivi di Sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite.

Che cosa emerge. Le mappe (che potete esplorare qui) confermano in parte quanto già sappiamo - per esempio che le aree desertiche, anche in Paesi ad alto reddito come l'Australia, sono particolarmente isolate - ma rivelano anche qualche sorpresa: nonostante l'abbondanza di aree rurali, negli USA, soltanto una bassa percentuale di popolazione vive distante da una città.

14 gennaio 2018 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Le sfide della Chiesa per tutelare la propria autonomia e i suoi territori. A colpi di alleanze, scomuniche, guerre, ma anche preziose committenze ai più grandi artisti del Rinascimento, ecco come i pontefici sono stati protagonisti di secoli di storia. E ancora: quando, 100 anni fa, l'Irlanda venne divisa in due; origini, regole e curiosità degli scacchi; perché le legioni romane erano imbattibili.

 

ABBONATI A 29,90€

Quale incredibile processo ha fatto nascere la vita sul nostro pianeta? Tutte le ultime ipotesi scientifiche. Inoltre: i numeri e le mappe della pandemia che ci ha cambiato nel 2020 e cosa ci aspetta nel 2021; le nuove frontiere del cinema; i software che ci identificano in base al modo di camminare; il sesso strano del mondo animale.

ABBONATI A 29,90€

Sul nuovo numero di Focus Domande&Risposte tantissime domande e risposte curiose e inaspettate nel nome della scienza. Per esempio: è vero che la musica fa cambiare sapore al formaggio? E che mariti e mogli con il tempo si assomigliano? E che la solitudine cambia il nostro cervello?

ABBONATI A 29,90€
Follow us