Focus

Microsoft brevetta il Grande Fratello in ufficio

Brevetto per sorvegliare il comportamento.

microosoft-ufficio-grande-fratello_215148
|

Fotogallery - I venti lavori del futuro

 

A voi sorprende? A noi neanche un po’. Microsoft ha depositato il brevetto per un sistema in grado di monitorare i comportamenti degli impiegati assegnando anche dei punteggi positivi e negativi alle azioni dei “sorvegliati speciali” sul luogo di lavoro.

 

“Il sistema assegna un punteggio a ogni comportamento”

 

Occhi addosso - La scoperta arriva dal sito GeekWire che, evidentemente, tiene costantemente d’occhio il Patents & Trademark Office negli States. Così è saltato fuori che Microsoft - nel maggio dell’anno scorso - avrebbe richiesto il brevetto per una sofisticata rete di monitoraggio in grado di analizzare e giudicare i comportamenti dei dipendenti come “positivi” o “negativi” in base alle policy aziendali.

 

Osservati speciali - Il sistema tiene d’occhio i movimenti del corpo - come annuire con la testa o scuoterla per esprimere disaccordo - le parole usate durante le riunioni o le conversazioni informali, i vestiti indossati, le interazioni durante la pausa pranzo. L’idea è quella di monitorare tutte le forme di comunicazione - videoconferenze, computer, telefono ed Sms - cercando di tratteggiare degli schermi di comportamento e assegnando a ognuno un punteggio.

 

No privacy - Anche se nella documentazione del brevetto numero 20110276369 non viene citata esplicitamente, molti esperti pensando che l’ingrediente segreto del sistema Microsoft sia Kinect che adesso, secondo rumour che circolano in rete, sarebbe anche in grado di leggere le labbra. Non so, a me sorge qualche dubbio sulla questione della privacy, e a voi?

 

Silvia Ponzio

 

? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ?

 

LE TOP GALLERY DI JACK

 

Vestite di latte

Meraviglie delle Terra

Lotus Evora Carabinieri

 

? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ? ?

 

28 novembre 2011