Economia

Lavorare, nel complesso, ci piace

Il livello di soddisfazione sul posto di lavoro è, globalmente, alto: lo rivela una ricerca-barometro che misura il benessere degli impiegati (anche di quelli con le valigie già pronte per il ponte).

Anche se state facendo la ola per il ponte imminente, siate onesti: lavorare vi piace. Almeno è quello che evidenzia un autorevole studio sul livello di soddisfazione globale degli impiegati, l'Endred-Ipsos Barometer (qui nell'edizione 2016, appena pubblicata), raccontato da Annalisa Merelli su Quartz.

Per l'indagine sono state intervistate 14.400 persone di 15 diversi paesi in varie aree del mondo, e il 71% di essi ha valutato positivamente il proprio benessere sul posto di lavoro, inteso come una combinazione di ambiente lavorativo, appagamento emotivo e apprezzamento ricevuto da colleghi e superiori.

Dove si lavora meglio. Per essere felici, potrebbe giustamente osservare qualcuno, basterebbe avercelo, un lavoro. In ogni caso le differenze da paese a paese offrono spunti di riflessione interessanti. L'India vanta il record di maggior numero di impiegati soddisfatti: 9 su 10, l'88% degli intervistati. Seguono i paesi del continente americano (Messico, Stati Uniti, Cile e Brasile), Germania e Inghilterra.

Francia, Spagna e Italia riportano livelli di soddisfazione sotto la media, con gli impiegati dello Stivale che si piazzano al penultimo posto per benessere percepito (comunque al 63%), appena sopra al Giappone (che ha solo il 44% dei lavoratori felici).

A chi piace lavorare? (L'articolo prosegue sotto il grafico)

Diverse esigenze. Naturalmente i risultati vanno interpretati in base alla cultura di appartenenza, che fa variare gli standard di soddisfazione richiesti. In Italia, Giappone, Turchia, Cina e Polonia conta soprattutto l'ambiente di lavoro (strumenti forniti, chiarezza delle mansioni, equilibrio lavoro-vita privata).

In India, Messico, Brasile e Cina - cioè nei paesi emergenti - i punteggi maggiori sono attribuiti all'appagamento emotivo: la felicità del recarsi in ufficio al mattino, la natura stimolante della professione, la sicurezza del proprio futuro lavorativo).

Gli impiegati di Spagna, Inghilterra e Stati Uniti vorrebbero percepire più emozioni nella propria carriera, mentre quelli di Germania, Belgio e Francia vorrebbero un maggiore apprezzamento da parte dei superiori.

I valori più importanti. Infine, per il 68% degli intervistati globali, la migliore politica di gestione aziendale si basa sulla trasmissione e sul rinnovo della competenze professionali. Una corretta gestione delle risorse umane è valutata come più necessaria e urgente, nell'ottica del benessere aziendale, dalla flessibilità lavorativa, dell'integrazione delle "nuove leve" e della salute sul posto di lavoro.

1 giugno 2016 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us