Economia

La recessione fa bene all'ambiente

Con la crisi economica le aziende lavorano meno, inquinano meno e l'ambiente ringrazia.

La crisi economica che nel 2009 ha colpito l’Europa ha avuto effetti positivi su clima e ambiente. La European Environment Agency presenta i dati sulle emissioni del Vecchio Continente e chiede il parere dei cittadini sulle prossime scelte in tema di CO2. (Focus.it, 4 ottobre 2010)

Se guardando il vostro estratto conto vi vengono le lacrime agli occhi perchè a causa della recessione siete al verde, consolatevi: grazie alla crisi anche l’ambiente è un po’ più green. Lo afferma la European Environment Agency (EEA): la recessione che nel 2009 ha colpito l’ industria europea ha generato un risparmio del 5,5% nel consumo di combustibili fossili rispetto all’anno precedente e contemporaneamente ha spinto l’impiego delle fonti energetiche rinnovabili che sono cresciute dell’ 8,3%.

Verde crisi o verde speranza?
Cemento, metallurgia e chimica sono i comparti che hanno contribuito maggiormente alla riduzione delle emissioni di gas serra, anche se questo risparmio è stato in parte vanificato dall’inverno particolarmente rigido che ha causatoun maggior consumo di combustibili per il riscaldamento residenziale. Secondo l’Agenzia nel 2009, a livello europeo, le emissioni gas serra sono diminuite complessivamente dell’ 11,6 % rispetto all’anno precedente.
"La sensibile riduzione nelle emissioni complessive di gas serra in Europa lo scorso anno non è una sorpresa, considerata alla luce della crisi economica", ha commentato il Commissario europeo per il Clima Connie Hedegaard. "Ma le emissioni europee sono già in costante calo da alcuni anni, mettendoci sulla rotta giusta per raggiungere, o addirittura superare, i nostri obiettivi legati al Protocollo di Kyoto".

Il tuo parere conta
E in effetti secondo l’EEA l’Europa a 27 nel 2009 avrebbe a raggiunto una riduzione delle emissioni del 17,3% rispetto al 1990, andando quindi molto vicino all’obiettivo del 20% fissato per il 2020. Intanto l’Unione Europea chiede a cittadini, aziende e organizzazioni di esprimersi sull’utilizzo di foreste e sottosuolo come strumenti chiave per la riduzione e il sequestro della CO2. Nel 2009 le foreste europee hanno rimosso dall’atmosfera oltre 410 milioni di tonnellate di anidride carbonica pari all’8% di tutte le emissioni prodotte a livello continentale.
E per il il 2010? La tanto attesa ripresa economica non potrà non avere un impatto negativo sull’ambiente: i livelli di emissioni saranno più elevati rispetto al 2009, e se anche dovessero continuare a calare lo faranno molto più lentamente.

Sai attribuire il giusto valore alle risorse naturali? Mettiti alla prova

4 ottobre 2010
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us