Economia

L'economia gira con le emozioni

Sopravvalutare o svendere i beni di consumo? Il mercato è guidato dai nostri stati d'animo

L'economia gira con le emozioni
Sopravvalutare o svendere i beni di consumo? Il mercato è guidato dai nostri stati d'animo

Secondo gli esperti le persone non sono consapevoli del fatto che il loro stato emotivo può costare loro dei soldi: nelle decisioni sugli acquisti ha infatti un ruolo fondamentale.
Secondo gli esperti le persone non sono consapevoli del fatto che il loro stato emotivo può costare loro dei soldi: nelle decisioni sugli acquisti ha infatti un ruolo fondamentale.

Si chiama effetto di capitalizzazione e in economia sta a indicare la tendenza con cui la gente attribuisce agli oggetti che possiede un prezzo più alto di quello che essi stessi sarebbero disposti a pagare se non lo avessero. Nel momento in cui veniamo in possesso di qualcosa - sia che la acquistiamo che la riceviamo in regalo - le assegniamo un valore maggiore di quello effettivo: sul mercato questo si traduce nel fatto che i venditori vogliono più denaro rispetto a quello che pagherebbero se fossero "dall'altra parte" ad acquistare.
Alcuni ricercatori della Carnegie Mellon University hanno verificato sperimentalmente come questo effetto sia fortemente determinato dal nostro stato emotivo. Insomma il mercato può essere modificato o influenzato dai nostri stati d'animo.
L'economia sotto la lente d'ingrandimento. I ricercatori hanno messo alla prova un gruppo di persone (119 uomini e 80 donne) inducendo disgusto o tristezza attraverso scene di film. Quando siamo disgustati da qualcosa l'effetto di capitalizzazione tende a scomparire, quando siamo tristi a ribaltarsi.
La tristezza innesca nell'individuo il desiderio di cambiare lo stato delle cose, inducendolo ad acquistare nuovi beni di consumo o vendendo quelli che possiede. Il disgusto tende invece a spingere le persone a liberarsi delle cose che possiede (a prezzo sottostimato) e a non acquistarne di nuove.
Questi meccanismi sono utlili a comprendere l'impatto di certi eventi traumatici, come gli attentati dell'11 settembre a New York, sull'economia. Il desiderio o la riluttanza a spendere è proprio legata all'emozione suscitata dall'evento nel singolo individuo. Gli economisti sono avvertiti e a sentire i ricercatori farebbero bene a prendere lezioni di psicologia.

(Notizia aggiornata al 1 aprile 2004)

1 aprile 2004
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cent'anni fa, la scoperta del secolo: la tomba di Tutankhamon – l'unica ritrovata intatta nella Valle dei Re - svelò i suoi tesori riempendo di meraviglia gli occhi di Howard Carter prima, del mondo intero poi. Alle sepolture più spettacolari di ogni epoca è dedicato il primo piano di Focus Storia. E ancora: la guerra di Rachel Carson, la scienziata-scrittrice pioniera dell'ambientalismo; i ragazzi italiani assoldati nella Legione Straniera e mandati a morire in Indocina; Luigi Ferri, uno dei pochi bambini sopravvissuti ad Auschwitz, dopo lunghi anni di silenzio, si racconta.

ABBONATI A 29,90€

L'amore ha una scadenza? La scienza indaga: l’innamoramento può proseguire per tre anni. Ma la fase successiva (se ci si arriva) può continuare anche tutta la vita. E l'AI può dirci quanto. E ancora, Covid: siamo nel passaggio dalla fase di pandemia a quella endemica; le storie geologiche delle nostre spiagge; i nuovi progetti per proteggere le aree marine; tutti i numeri dei ghiacciai del mondo che stanno fondendo.

ABBONATI A 31,90€
Follow us