Economia

L'azienda con migliore reputazione è Amazon

Ha una reputazione migliore.

Lo shop virtuale più famoso del web ha appena vinto l'ambito titolo di “compagnia con la migliore reputazione degli Stati Uniti”, secondo una lista che classifica in ordine gerarchico le grandi e ricche corporation USA.

“Il grande negozio di libri online ha battuto colossi come 3M e Kraft Foods”

Prima della classe - Lo scorso anno Amazon era ventunesima, ma ora si è piazzata al primo posto. Questo almeno è il risultato della classifica delle 150 Compagnie con la miglior reputazione, stilata dalla società Reputation Institute in collaborazione con Forbes Media.

Buoni propositi - La lista è basata su uno studio che misura diversi aspetti: la credibilità, la dignità, l'ammirazione, ad esempio per le politiche ambientali o la beneficenza effettuata, e, in linea generale, i buoni sentimenti che ognuna delle 150 grosse società americane provocano nell'animo dei consumatori. Le variabili per determinare la classifica di gradimento analizzano circa 33.000 risposte online di consumatori del mercato interno americano, raccolte tra gennaio e febbraio dell'anno corrente.

Classifica di gradimento - Amazon ha raggiunto il punteggio di 82.70, che è 5.76 punti sopra la sua performance del 2010. Si piazza dunque al primo posto, subito prima della Kraft Foods, che è indietro di 1.30 punti. Terza è la Johnson & Johnson, quarta la 3M, quinta un'altra corporation alimentare, la Kellogg's che è seguita da due specialisti delle spedizioni: UPS sesta e FedEx settima. Oltre ad Amazon, tra le prime dieci società, solo Google proviene anch'essa dal mondo del Web. Ma il colosso di Mountain View si piazza nona, al penultimo posto. (gt)Niccolò Fantini

Guarda i migliori anti-iPad

7 aprile 2011
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us