Economia

Kodak e la fine del suo impero fotografico

In vendita le pellicole fotografiche.

di
Kodak, oberata da circa 7 miliardi di dollari di debiti, si vede costretta a tagliare i rami improduttivi dell’azienda e svende il reparto pellicole fotografiche. Con quest’ultima mossa, la società spera di risollevare le proprie sorti.

"Niente più pellicole: ora si punterà su stampa, imballaggi e servizi alle imprese"

Ciribiribì Kodak

Svendita - Dopo aver fatto richiesta del famigerato “Capitolo 11” alla fine dello scorso anno (una sorta di amministrazione controllata, ultimo passo concesso dalla giurisdizione statunitense prima di dichiarare bancarotta), Kodak non è mai più riuscita a riprendersi. Inutili i tentativi - vani per altro - di vendere il proprio tesoretto - le migliaia di brevetti relativi alla digitalizzazione e stampa dell’immagine - per fare cassa. Sinora nessuno si è mai fatto seriamente avanti (come vedremo tra poco) e Kodak, a fronte di un patrimonio societario di circa 5 miliardi di dollari, “vanta” un debito quantificabile a circa 7 miliardi di dollari. Troppo, per poter continuare a vivacchiare come fa ormai da diverso tempo.

I gioielli di famiglia - E dire che, almeno sulla carta, i moltissimi brevetti Kodak fanno gola a parecchie società. Tanto che, si vociferava nelle scorse settimane, Google, Apple, Samsung, LG e altre società erano pronte a formare un cartello e presentare un’offerta unica per l’intera proprietà intellettuale di Kodak. Sarà forse per le pretese troppo alte avanzate dalla multinazionale statunitense o per un interesse nemmeno troppo reale della controparte, ma i brevetti sono rimasti tutti nella cassaforte Kodak. E con i “gioielli di famiglia” praticamente invendibili, gli amministratori fallimentari hanno dovuto guardare altrove per tentare di ripianare il debito.

Addio pellicole - Kodak, con un comunicato inviato alla stampa non più di un paio di giorni fa, ha annunciato così la sua marcia indietro. I suoi 1100 brevetti rimarranno nel portafogli societario, almeno per il momento, mentre verrà dismessa la storica attività di produzione di pellicola per macchine fotografiche. Un colpo al cuore per i romantici della fotografia, da sempre molto legati ai rullini giallo-rossi della multinazionale statunitense. Nonostante Kodak avesse annunciato l'anno scorso di voler proseguire nella produzione e commercializzazione di pellicola fotografica, ora c’è bisogno di fare i conti con la realtà. E soprattutto di fare i conti con i creditori. Si tagliano così i rami secchi, per dare la possibilità ai piccoli arbusti ancora in vita di riprendersi rigogliosi. Kodak ora si concentrerà sulle soluzioni commerciali, sulla stampa, sull’imballaggio e sui servizi alle imprese.

E al bando tutti i sentimentalismi. (sp)

Momento amarcord: Ciribiribì Kodak

27 agosto 2012
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Scipione e Annibale, Mario e Silla, Demostene e Filippo II di Macedonia... I giganti della Storia che hanno passato la loro vita a combattersi, sui campi di battaglia e non solo. E ancora: l'omicidio di Ruggero Pascoli, il padre del famoso poeta, rimasto impunito; il giro del mondo di Magellano e di chi tornò per raccontarlo; la rivoluzione scientifica e sociale della pillola anticoncezionale; nelle prigioni italiane dell'Ottocento; come, e perché, l'Inghilterra iniziò a colonizzare l'Irlanda.

 

ABBONATI A 29,90€

Tigri, orsi, bisonti, leopardi delle nevi e non solo: il ricco ed esclusivo dossier di Focus, realizzato in collaborazione con il Wwf, racconta casi emblematici di animali da salvare. E ancora: come la plastica sta entrando anche nel nostro organismo; che cos’è l’entanglement quantistico; come sfruttare i giacimenti di rifiuti elettronici; i progetti più innovativi per poter catturare l’anidride carbonica presente nell’atmosfera.

ABBONATI A 31,90€
Follow us