Economia

Kodak e la fine del suo impero fotografico

In vendita le pellicole fotografiche.

di
Kodak, oberata da circa 7 miliardi di dollari di debiti, si vede costretta a tagliare i rami improduttivi dell’azienda e svende il reparto pellicole fotografiche. Con quest’ultima mossa, la società spera di risollevare le proprie sorti.

"Niente più pellicole: ora si punterà su stampa, imballaggi e servizi alle imprese"

Ciribiribì Kodak

Svendita - Dopo aver fatto richiesta del famigerato “Capitolo 11” alla fine dello scorso anno (una sorta di amministrazione controllata, ultimo passo concesso dalla giurisdizione statunitense prima di dichiarare bancarotta), Kodak non è mai più riuscita a riprendersi. Inutili i tentativi - vani per altro - di vendere il proprio tesoretto - le migliaia di brevetti relativi alla digitalizzazione e stampa dell’immagine - per fare cassa. Sinora nessuno si è mai fatto seriamente avanti (come vedremo tra poco) e Kodak, a fronte di un patrimonio societario di circa 5 miliardi di dollari, “vanta” un debito quantificabile a circa 7 miliardi di dollari. Troppo, per poter continuare a vivacchiare come fa ormai da diverso tempo.

I gioielli di famiglia - E dire che, almeno sulla carta, i moltissimi brevetti Kodak fanno gola a parecchie società. Tanto che, si vociferava nelle scorse settimane, Google, Apple, Samsung, LG e altre società erano pronte a formare un cartello e presentare un’offerta unica per l’intera proprietà intellettuale di Kodak. Sarà forse per le pretese troppo alte avanzate dalla multinazionale statunitense o per un interesse nemmeno troppo reale della controparte, ma i brevetti sono rimasti tutti nella cassaforte Kodak. E con i “gioielli di famiglia” praticamente invendibili, gli amministratori fallimentari hanno dovuto guardare altrove per tentare di ripianare il debito.

Addio pellicole - Kodak, con un comunicato inviato alla stampa non più di un paio di giorni fa, ha annunciato così la sua marcia indietro. I suoi 1100 brevetti rimarranno nel portafogli societario, almeno per il momento, mentre verrà dismessa la storica attività di produzione di pellicola per macchine fotografiche. Un colpo al cuore per i romantici della fotografia, da sempre molto legati ai rullini giallo-rossi della multinazionale statunitense. Nonostante Kodak avesse annunciato l'anno scorso di voler proseguire nella produzione e commercializzazione di pellicola fotografica, ora c’è bisogno di fare i conti con la realtà. E soprattutto di fare i conti con i creditori. Si tagliano così i rami secchi, per dare la possibilità ai piccoli arbusti ancora in vita di riprendersi rigogliosi. Kodak ora si concentrerà sulle soluzioni commerciali, sulla stampa, sull’imballaggio e sui servizi alle imprese.

E al bando tutti i sentimentalismi. (sp)

Momento amarcord: Ciribiribì Kodak

27 agosto 2012

Codici Sconto

67 Coupon e Nuovi Sconti
Codice Sconto Groupon

Codice Sconto Groupon

Codice Sconto Groupon fino al 25% sulle esperienze

Coupon Aliexpress

Coupon Aliexpress

Coupon Aliexpress 15€ abbigliamento da lavoro personalizzato

Codice Sconto Amazon

Codice Sconto Amazon

Buono Spesa Amazon Fresh 30€

Codice Sconto eBay

Codice Sconto eBay

Codice Sconto eBay su tutto fino a 300€

Codice Sconto Mediaworld

Codice Sconto Mediaworld

Buoni Sconto MediaWorld di 150€

Codice Sconto Libraccio

Codice Sconto Libraccio

Codice Sconto Libraccio 15% sui libri per la scuola

Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Sulle orme di Marco Polo, il nostro viaggiatore più illustre che 700 anni fa dedicò un terzo della sua vita all’esplorazione e alla conoscenza dell’Oriente, in un’esperienza straordinaria che poi condivise con tutto il mondo attraverso "Il Milione". E ancora: un film da Oscar ci fa riscoprire la figura di Rudolf Höss, il comandante di Auschwitz che viveva tranquillo e felice con la sua famiglia proprio accanto al muro del Lager; le legge e le norme che nei secoli hanno vessato le donne; 100 anni fa nasceva Franco Basaglia, lo psichiatra che "liberò" i malati rinchiusi nei manicomi.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa c’era "prima"? Il Big Bang è stato sempre considerato l’inizio dell’universo, ma ora si ritiene che il "nulla" precedente fosse un vuoto in veloce espansione. Inoltre, come si evacua un aereo in caso di emergenza? Il training necessario e gli accorgimenti tecnici; che effetto fa alla psiche il cambiamento climatico? Genera ansia ai giovani; esiste la distinzione tra sesso e genere tra gli animali? In alcune specie sì. Con quali tecniche un edificio può resistere a scosse devastanti? Siamo andati nei laboratori a prova di terremoti.

 

ABBONATI A 31,90€
Follow us