Economia

iPhone tutto nuovo? La prova nei dati finanziari

La prova nei dati finanziari di Apple.

di
iPhone 5, o meglio il nuovo iPhone come probabilmente sarà chiamato, continua a tenere banco. Concept, foto rubate, prototipi filmati, e chi più ne ha più ne metta. Ma c’è una prova che avvalora l’imminente lancio di uno o addirittura più prodotti della mela, è sono i pagamenti effettuati da Cupertino per le scorte di magazzino. Adesso vi spiego meglio.

"La prova di grandi novità è nei dati finanziari di Apple"

Tempo delle mele

Apple svelerà l’iPhone 5, o il nuovo iPhone visto che pare abbia deciso di abbandonare la progressione numerica come è successo per l’iPad

Prove tangibili - Si è parlato tanto nelle novità che saranno, con tutta probabilità, a bordo del nuovo melafonino - schermo 4 pollici, nuovo connettore, cover posteriore in vetro e alluminio - così come della possibilità che l’iPad “standard” sia affiancato da una versione mini. Tutte voci più o meno attendibili e spesso accompagnate da prove tangibili. Ma c’è un dettaglio, per così dire, “nero su bianco” che indica che qualcosa di grosso bolle in pentola in quel di Cupertino, e sono le spese di Apple.

Magazzino stracolmo - Il sito AllThingsD ha pubblicato una tabella (qui sotto) che mostra l’andamento dei pagamenti anticipati effettuati da Apple nell’ultimo trimestre fiscale per rifornire i suoi magazzini: l’incremento più alto degli ultimi quattro anni. Un’analisi di Wells Fargo Securities al resoconto finanziario depositato da Apple mostra che le spese per componenti ammontano al 12,6% del fatturato pari a una spesa di 1,15 miliardi di dollari. Insomma, è matematico che Apple lancerà presto un nuovo prodotto completamente rinnovato, ma non è detto che le sorprese si fermino al nuovo iPhone.

E se l'iPhone 5 fosse così? Scegli il migliore!

1 agosto 2012
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us