Economia

iPhone 5 sotto attacco mediatico a colpi di Genius

Stesso slogan Nokia e Samsung contro iPhone 5

di Andrea Schwendimann
L’iPhone 5 è stato presentato lo scorso 12 settembre ed è già iniziata la battaglia mediatica tra Apple e i suoi maggiori competitor. Nokia e Samsung, con un tempismo perfetto, usano la stessa identica frase per pubblicizzare i propri smartphone nel tentativo di contrastare l'egemonia del nuovo melafonino. Che Genius!

"Tre nuovi smartphone per tre sistemi operativi: chi la spunterà?"

«Non ci vuole un genio»

Il precedente - Uno scivolone di questo tipo non è insolito. Mitt Romney, uno dei due candidati alla casa bianca, ha scosso l'opinione pubblica usando - senza saperlo - uno slogan che somiglia in modo preoccupante a uno di quelli usati usato dal noto gruppo razzista KKK. Seppur in ambiti diversi, si è scatenata la stessa futile caciara mediatica e lotta tra fazioni che sta andando avanti in queste ore anche nel settore degli smartphone.

Chi la spunterà? - Tornando a Nokia, l’azienda finlandese ha diffuso lo slogan via twitter: «Lumia 920: ricarica wireless, fotocamera incredibile, schermo che puoi usare con i guanti. No, non ci vuole un genio.» (vedi sotto). Samsung, sull’altro fronte, ha invece optato per un più diretto confronto pubblicitario, rilasciando un volantino con la frase «Non ci vuole un genio» a caratteri cubitali e di seguito il confronto uno-a-uno tra le caratteristiche tecniche del Galaxy S III e dell'iPhone 5 (vedi sotto). Senza entrare nel merito dell'analisi, rimane solo da chiedersi quale delle due aziende, e dei tre sistemi operativi, riuscirà a ottenere la fetta di mercato più ampia nei prossimi mesi. (sp)

17 settembre 2012
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us