Il futuro dell'economia? È nello spazio

Perché l'esplorazione spaziale fa bene all'economia. Se ne parla a Roma dal 10 al 12 dicembre alla prima edizione del New Space Economy European Expo-Forum (NSE).

iss
| Nasa

Viaggi spaziali aperti anche ai turisti, razzi e satelliti di nuova concezione, una base lunare permanente, asteroidi usati come miniere... sono alcuni degli scenari, più o meno lontani ma sempre più concreti, ai quali comincia a rivolgersi non solo l'attenzione delle agenzie spaziali, ma anche quella di imprenditori, politici e finanziatori.

 

Lo dimostra la prima edizione del New Space Economy European Expo-Forum (NSE), un evento dedicato al settore emergente dell'economia dello spazio che si svolgerà alla Fiera di Roma dal 10 al 12 dicembre 2019. Sarà un appuntamento internazionale che guarderà al cielo come a un nuovo territorio da esplorare per creare sviluppo economico in Europa, facendo dialogare tra loro grandi aziende, ricercatori, startup, incubatori, investitori e istituzioni in un'ottica multidisciplinare che include settori come telecomunicazioni, trasporti, robotica, sostenibilità ambientale, turismo, bioscienze, medicina, Big Data.

 

«È il primo evento interamente dedicato alle potenzialità dell'economia spaziale, che vede l'Italia in prima fila a livello mondiale», commenta Roberto Battiston, docente all'Università di Trento e coordinatore del comitato scientifico. Organizzato congiuntamente dalla Fondazione Edoardo Amaldi e da Fiera Roma, l'evento vede la partecipazione, tra gli altri, dell'Agenzia Spaziale Italiana (Asi), dell'Agenzia Spaziale Europea (Esa), dell'Enac, della European Global Navigation Satellite Systems Agency (Gsa) e della Commissione Europea.

 

Per informazioni: www.nseexpoforum.com

8 novembre 2019 | Focus.it