Focus

Quanto costa un cataclisma?

Un anno così non si era mai visto: ecco quanto sono costati, in termini ecomomici, i disastri naturali del 2011.

ym009928
Distruzione, terrore e... miliardi di danni (© Michael S. Yamashita/CORBIS) |

L'anno appena concluso è stato il più caro della storia recente in termini di danni causati da eventi naturali: terremoti, tornado, inondazioni, hanno causato perdite economiche quantificabili, a livello mondiale, in 380 miliardi di dollari, circa 300 miliardi di euro. 10 volte il valore della recente manovra finanziaria di Mario Monti.
Il triste computo è stato reso noto qualche giorno fa dalla compagnia assicurativa statunitense Munich Re e frantuma il precedente record stabilito da Madre Natura nel 2005, quando i danni da catastrofi naturali erano stati di “soli” 220 miliardi di dollari (170 miliardi di euro).

Chi rompe non paga e i cocci sono nostri
Il terremoto che nel marzo scorso ha devastato il Giappone, da solo, è stato responsabile per oltre la metà delle perdite. Secondo i calcoli è stata la catastrofe naturale più cara di tutti i tempi: le ultime stime parlano di danni per oltre 210 miliardi di dollari, escluso il costo derivante dalla perdita dell'impianto nucleare di Fukushima.
Secondo gli esperti si tratta comunque di un'anomalia: di solito il 90% dei danni naturali è provocato da fenomeni atmosferici e solo il restante 10% è imputabile a eventi sismici.
Al secondo posto nella classifica dei disastri 2011 si piazza il terremoto di Christchurch (Nuova Zelanda), che nel mese di febbraio ha provocato danni per oltre 16 miliardi di dollari. Altri 46 miliardi di dollari sono stati, letterlamente, spazzati via dai tornado che nel corso dell' anno si sono accaniti con particolare violenza su tutti gli Stati Uniti.
«Fortunatamente una sequenza di disastri così violenti come quelli del 2011 si verifica molto raramente » rassicura Torsten Jeworrek , responsabile mondiale per il business delle riassiucurazioni di Munich Re.
Ma il tributo più pesante pagato dal pianeta nel corso degli ultimi 12 mesi è stato in termini di vite umane: le catastrofi naturali hanno provocato la morte di oltre 27.000 persone, a quali vanno aggiunte le innumerevoli vittime della peggior siccità che abbia mai colpito il Corno d'Africa.

 

12 gennaio 2012 | Franco Severo