Google Italia accusata di evasione fiscale

Cartella esattoriale per 240 milioni di euro.

google-italia-milano_240907

di 
La Guardia di Finanza ha spulciato i conti di Google Italia e ha scoperto che, nel quinquennio 2002-2006, il colosso del web ha evaso tasse per 240 milioni di euro. Google è fiduciosa di trovare un accordo con le autorità italiane, ma dovrà probabilmente pagare 96 milioni al fisco italiano.

"Google si difende: rispettiamo le leggi fiscali di tutti i Paesi in cui operiamo e quindi anche in Italia"
Cartella esattoriale - Le cartelle esattoriali, visto il periodo di crisi e la scarsa liquidità, sono l’incubo di tutti gli italiani. Tutti tremano alla sola idea che il Fisco possa iniziare a indagare sulla propria posizione finanziaria e trovare, magari, qualche magagna. E anche Google Italia da oggi inizierà a preoccuparsi un po’ di più. La Guardia di Finanza ha, infatti, avviato una verifica fiscale extra programma finalizzata al riscontro del corretto adempimento degli obblighi fiscali. Il controllo avviene a seguito di un’indagine avviata nel 2007 per verificare lo strano transito di capitali tra la sede italiana e quella irlandese di Google.

Interrogazione parlamentare - La notizia arriva direttamente dal Ministero del Tesoro a seguito di un’interrogazione di un parlamentare del Partito Democratico. «Google – afferma un portavoce di Mountain View - rispetta le leggi fiscali in tutti i Paesi in cui opera e siamo fiduciosi di rispettare anche la legge italiana. Continueremo a collaborare con le autorità locali». La verifica fiscale, secondo quanto riportato nel corso della risposta all’interrogazione, ha riguardato il periodo che va dal 2002 al 2006 in cui Google avrebbe evitato di dichiarare redditi per 240 milioni di euro. Il tutto si è tradotto in un’evasione di 96 milioni di euro. (sp)

Beccati da Google Street View

29 Novembre 2012

Codice Sconto