Economia

Google: inizia l’era Page e cadono le prime teste

Nominato ieri il nuovo Ceo di Google.

Larry Page, co-fondatore di Google, è da ieri ufficialmente Ceo del colosso di Mountain View subentrando a Eric Schmidt che passa a ricoprire il ruolo di Presidente esecutivo. E cadono le prime teste…

“Larry Page vuole lavorare a stretto contatto con i product manager senza intermediari”

Si volta “pagina” - I due “enfant prodige”- Larry Page e Sergey Brin - non hanno più bisogno di una “balia”: così Eric Schmidt scherzava a gennaio in occasione dell’annuncio del cambio al vertice in quel di Mountain View. Larry Page, co-fondatore insieme a Sergey Brin, è da ieri a tutti gli effetti Chief Executive Officer di Google, mentre lo storico CEO Schmidt va a ricoprire il ruolo di Presidente esecutivo per occuparsi della gestione dei rapporti con aziende e governi. L’era di Larry Page è ufficialmente iniziata e il primo risultato sono le dimissioni di Jonathan Rosenberg.

Niente intermediari - Jonathan Rosenberg, 49 anni, era vice presidente della divisione Product Management and Marketing di Google dal 2002 e sembra che avesse pianificato di ritirarsi a vita privata dal 2013 in concomitanza con l’inizio del college da parte della figlia. Larry Page, invece, richiedeva ai suoi uomini chiave un impegno a lungo termine, inoltre sembra ritenesse il ruolo di Rosenberg “ridondante”. In pratica non gli serviva più un “supervisore” visto che intende lavorare a stretto contatto con i vari responsabili di prodotto senza intermediari. A Jonathan Rosenberg, comunque, non è andata poi così male: se ne va con un bonus da 5 milioni dollari in stock di azioni e 1,8 milioni di dollari in contanti. (pp)Silvia Ponzio

I signori del web. Guarda la gallery!

5 aprile 2011
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us