Economia

Elezioni Usa: chi più spende, vince sempre?

Un intreccio di complicazioni tra ruolo internazionale e aspettative degli elettori rende difficile fare previsioni sul nome del prossimo presidente degli Stati Uniti, anche usando la collaudata chiave di lettura del budget della campagna elettorale.

Per la campagna elettorale, Hillary Clinton ha raccolto e stanziato più soldi di Donald Trump: in generale si ritiene che questo dia un vantaggio nel complesso meccanismo che regola il funzionamento della "macchina delle presidenziali" negli Stati Uniti, ma è per davvero così? Avere "un grande budget" ha fatto la differenza in passato? Molti analisti ritengono di sì e rilevano che (quasi) tutti i vincitori delle elezioni Usa erano anche "vincitori di bilancio", anche se di poco.

Barack Obama, per esempio, ha raccolto più soldi di Romney e McCain nel 2012 e nel 2008, vincendo poi in entrambe le occasioni. George W. Bush, inquilino della Casa Bianca nel 2004 e nel 2000, aveva raccolto per le sue campagne più fondi degli avversari, così come Bill Clinton nel 1996 e nel 1992.

Il budget dei candidati democratici e repubblicani dal 1960. In nero, i vincitori. © Statista

Se dovessimo considerare solo la statistica, che dà appunto per favoriti e vincenti i candidati che riescono a mettere in campo la più potente macchina elettorale (che "va a soldi"...), la Clinton dovrebbe avere la vittoria in tasca. Sembra che non sia così - anche se i giochi non sono ancora chiusi: Trump sta per invertire il trend? Sarà il primo "perdente in bilancio elettorale" alla Casa Bianca dopo Jimmy Carter nel 1976?

11 settembre 2016 Focus.it
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

La vita, privata e politica, di Winston Churchill, il grande statista inglese che ha salvato il mondo dalla follia di Hitler. Il segreto della sua forza, le – non poche – debolezze, l'infanzia e i talenti dell'inquilino più famoso di Downing Street. E ancora: come nel 1021 il vichingo Leif Eriksson “scoprì” l'America; nella Vienna di Klimt; tutti gli inquilini del Quirinale; Tangentopoli e la fine della Prima Repubblica.

ABBONATI A 29,90€

Il lockdown e la rivoluzione digitale stanno cambiando il nostro modo di curarci. Ecco come gestire al meglio televisite e bit-terapie. Inoltre, gli impianti nucleari di nuova generazione; la prima missione del programma Artemis che ci riporterà sulla Luna; i vaccini e le infinite varianti del Coronavirus

ABBONATI A 29,90€
Follow us