Ecco come Steve Jobs ha messo nei guai Apple

Walter Isaacson difende il fondatore di Apple.

steve-jobs-apple-ebook_222335

di Stella Preziosa

Apple, dopo le accuse di aver deliberatamente alzato il prezzo degli ebook con l’appoggio dei cinque maggiori editori statunitensi, passa al contrattacco. E lo fa tramite Walter Isaacson, autore della celeberrima biografia di Steve Jobs. 

"Steve Jobs voleva bloccare lo strapotere editoriale di Amazon"

Jobs
spregiudicato - Pare sia stato lo stesso Steve Jobs, fondatore di Apple, a creare i presupposti dell’accordo, proprio per stroncare la concorrenza di Amazon che comprava interi cataloghi all’ingrosso per vendere i singoli titoli sotto costo. Fu proprio lui a proporre il modello "agency", dove le case editrici fissano un prezzo al dettaglio definitivo e invariabile.

Ebook strategy - Secondo il Wall Street journal, che cita gli atti dello stesso procuratore che si occupa del caso, la filosofia del fondatore della Mela era di impostare il prezzo sui titoli e ricevere il 30% di tariffa “anche se il cliente doveva pagare un po’ di più”. 

La difesa di Isaacson - A difendere l’iniziativa di Jobs, lo stesso Isaacson che, nonostante giudichi l’operazione “spregiudicata”, non rinuncia a ricordare a tutti che era stata fatta dall’inizio, sotto gli occhi di tutti. (sp)

Gossip - Quando Steve Jobs perdeva le staffe erano guai…

14 Aprile 2012
Più letti di Comportamento
Perché gli uomini non trovano mai le cose?
Più CONDIVISI di Comportamento
Perché gli uomini non trovano mai le cose?