Economia

Ecco come l'uscita di scena di Jobs ha influenzato Apple

Jobs è insostituibile per Apple.

Nuovi problemi di salute per Steve Jobs che prende un periodo di congedo per malattia. L’annuncio, com’era prevedibile, allarma gli investitori e le borse europee chiudono in calo. Ieri Wall Street era chiusa per festività.

“Gli analisti ritengono Steve Jobs un elemento insostituibile per la strategia di Apple”

Ritiro a sorpresa - Steve Jobs è il “deus ex machina” di Apple, l’artefice della sua nascita e della sua rinascita. E ieri, a sorpresa, ha inviato un’e-mail ai suoi dipendenti per avvertirli che il consiglio di amministrazione gli aveva concesso un periodo di concedo per malattia in modo da potersi concentrare sulla sua salute. Nessun accenno alla natura del problema, nessuna indicazione sulla data di un suo possibile rientro, nessuna nota ottimistica, solo la richiesta di rispettare la sua privacy e quella della sua famiglia. Steve Jobs rassicura che ha piena fiducia in Tim Cook - suo temporaneo successore - e che continuerà a prendere parte alle decisioni strategiche della società.

Borse in allerta - Oggi Apple dovrebbe annunciare i dati finanziari dell’ultimo trimestre fiscale con un incredibile aumento del 50% delle vendite di iPhone e iPad durante le feste natalizie. I conti di Apple non sono mai stati così in salute, ma la prospettiva di un ritiro di scena di Steve Jobs ha fatto perdere ieri oltre il 6% alle azioni Apple nelle contrattazioni in Europa mentre il mercato USA era chiuso per la festività di Martin Luther King. Venerdì scorso Wall Street avevano chiuso con un più 0,81 per cento. Ancora una volta, tutti gli analisti sono concordi nel ritenere che, nonostante la questione sia strettamente personale, è inevitabile che la malattia di Jobs abbia ripercussioni sull’azienda di Cupertino: “Steve Jobs è Apple”. "Steve Jobs è considerato dal mercato una elemento fondamentale nella strategia di Apple", commenta Richard Windsor, global technology specialist di Nomura, e se “se il tumore al pancreas fosse tornato sarebbe piuttosto preoccupante”.

Steve è Apple - Steve Jobs è ritenuto (a ragione) il cervello di Cupertino da quando è rientrato nella società nel 1997. Il top manager si era già assentato per sei mesi - da gennaio a giugno del 2009 - per subire un trapianto al fegato per curare un tumore al pancreas. In quel periodo il titolo Apple alla Borsa di New York aveva perso il 10 per cento.

Il meglio per iPhone e iPad. Guarda la gallery!

18 gennaio 2011
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Tre colpi, una manciata di secondi e JFK, il presidente americano più carismatico e popolare disempre finiva di vivere. A 60 anni di distanza, restano ancora senza risposta molte domande sudinamica, movente e mandanti del brutale assassinio. Su questo numero, la cronaca di cosa accadde quel 22 novembre 1963 a Dallas e la ricostruzione delle indagini che seguirono. E ancora: nei campi di concentramento italiani, incubo di ebrei e dissidenti; la vita scandalosa di Colette, la scrittrice più amata di Francia; quello che resta della Roma medievale.

ABBONATI A 29,90€

La caduta di un asteroide 66 milioni di anni fa cambiò per sempre gli equilibri della Terra. Ecco le ultime scoperte che sono iniziate in Italia... E ancora: a che cosa ci serve ridere; come fanno a essere indistruttibili i congegni che "raccontano" gli incidenti aerei; come sarebbe la nostra società se anche noi andassimo in letargo nei periodi freddi; tutti i segreti del fegato, l'organo che lavora in silenzio nel nostro corpo è una sofisticata fabbrica chimica.

ABBONATI A 31,90€
Follow us