Crisi economica e speculazioni estingueranno il cioccolato?

Nel giro di una ventina d'anni il cioccolato potrebbe diventare raro e molto costoso: crisi economica e caccia al profitto minacciano le coltivazioni di una delle piante più amate del mondo.

untitled-1
Foto Paragrafo | © foto Remistudio

Nel giro di una ventina d'anni il cioccolato potrebbe diventare raro e molto costoso: crisi economica e caccia al profitto minacciano le coltivazioni di una delle piante più amate del mondo. E tu? Quanto saresti disposto a pagare per una tavoletta di cioccolato?(Focus.it 22 novembre 2010)

La notizia è di quelle preoccupanti: entro 20 anni il cioccolato potrebbe diventare una rara prelibatezza. Lo ha dichiarato qualche giorno fa la Cocoa Research Association, che su questo argomento è un’autorità riconosciuta a livello mondiale. Negli ultimi 6 anni il prezzo del cacao è più che raddoppiato e gli addetti ai lavori non nascondono le loro preoccupazioni.
Questa pianta cresce solo in una fascia molto ristretta, entro i 10° di latitudine dall’equatore, e di fatto solo nei paesi in via di sviluppo. Secondo quanto riporta il quotidiano britannico Indipendent, i governi di questi paesi non offrono alcun incentivo ai coltivatori di cacao, che si trovano così nell’impossibilità di sostituire le piante man mano che invecchiano e muoiono.

Meglio i soldi del cacao
E nemmeno gli sforzi dei colossi del settore sembrano servire: la Mars Inc per esempio ha sequenziato qualche tempo fa il genoma del cacao con l’obiettivo di sviluppare arbusti più resistenti e produttivi. Ma anche le piante migliori devono fare i conti con gli interessi degli agricoltori che sempre più spesso decidono di abbandonare la coltivazione del dolce frutto a favore di soia, grano geneticamente modificato e palma da olio, molto più redditizia del cacao perché impiegata nell’industria alimentare e nella produzione di biocarburanti.
Secondo Tony Lass, presidente della Cocoa Research Association, i piccoli coltivatori di cacao non guadagno più di 80 centesimi di euro al giorno, e così o decidono di convertirsi a colture più remunerative o cambiano addirittura lavoro, trasferendosi in città e abbandonando le campagne.
Il risultato? Nel giro di 20 anni il cioccolato sarà come il caviale e, ammesso di trovarlo, potrebbe costare dai 10 ai 20 euro la tavoletta.

 

22 novembre 2010