Login Registrati
Facebook Twitter Google Plus
Abbonati
| |

Airbus A350 XWB: il nuovo jet vola in formazione?

Arriva un nuovo gigante dei cieli: è l'A350 XWB, risposta di Airbus al Boeing 787 Dreamliner.
I suoi fiori all'occhiello? L'uso di materiali innovativi e di nuove tecnologie che migliorano la vita di passeggeri e piloti. E un domani, chissà: gli uccelli che volano in formazione per sfruttare la scia dei compagni potrebbero fare scuola...

Foto 1 di 10 Volo in formazione. Con uno spettacolare volo in formazione Airbus (il colosso europeo dell'aeronautica) ha celebrato il conseguimento della "certificazione"...
Foto 2 di 10 Il futuro? In stormo. Il nuovo jet commerciale è dunque pronto per entrare in servizio. La prima compagnia a impiegarlo sarà, entro l'anno, la Qatar...
Foto 3 di 10 Pronti al decollo? I cinque A350 XWB nella fase di rullaggio prima del decollo, dall'aeroporto di Tolosa.
Foto 4 di 10 L'ala intelligente. Uno dei fiori all'occhiello del nuovo jet è l'ala che, nel gergo aeronautico, comprende entrambe le appendici - semiali - considerandole...
Foto 5 di 10 I materiali ultraleggeri. La struttura dell'aereo è per il 70% costruita in materiali innovativi: compositi, ma anche nuove leghe di titanio e alluminio,...
Foto 6 di 10 A tutto comfort. Una recente indagine condotta tra passeggeri ha rivelato che 2 su 3 desiderano maggiore comodità a bordo. L'A350 XWB ha sedili larghi 46 cm:...
Foto 7 di 10 Luci anti jetlag. Un sistema di illuminazione regolabile, basato su led, promette di ridurre gli effetti del cambio di fuso orario. Ad aumentare ulteriormente...
Foto 8 di 10 Super finestrini. Anche la dimensione degli "oblò" è stata maggiorata per dare la possibilità di ammirare il panorama con più facilità.
Foto 9 di 10 Test di atterraggio. Per ottenere la certificazione, il nuovo aereo ha dovuto sostenere (e superare) una serie di test. Qui sta effettuando un atterraggio in...
Foto 10 di 10 Novità anche per i piloti. Tra i punti di forza del nuovo Airbus, alcuni puntano a semplificare la vita non solo ai passeggeri, ma anche ai piloti. Come il...
30 Settembre 2014 | Roberto Graziosi
Outbrain

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.