La Giornata mondiale della biodiversità 2019
Il 22 maggio si celebra la ricchezza di viventi e di ecosistemi sul Pianeta. Quest'anno, l'accento è posto sul rapporto inscindibile tra la tutela delle specie e la possibilità, per l'uomo, di vivere in salute.
La webcam sul nido
Altro che Grande Fratello: possiamo guardare la vita di famiglia degli uccelli grazie alle webcam. In diretta dai nidi di due rapaci: il falco pescatore e l'aquila di mare testabianca.
Il maltempo compromette la raccolta di miele
Il 20 maggio è la Giornata mondiale delle api, ma per le infaticabili impollinatrici c'è poco da festeggiare: il maltempo le costringe a consumare le scorte negli alveari.
ABBONATI

SCARICA L’APP

iOS Android Amazon

I cetacei mangiano plastica: #BeatPlasticPollution
Un globicefalo muore per avere ingerito oltre 80 sacchetti di plastica. Il tema dell'inquinamento dei mari al centro della Giornata mondiale dell'ambiente 2018: #BeatPlasticPollution!
Chimica e agricoltura: i rischi per l'ecosistema
La chimica è preziosa per l'agricoltura, ma se di erbicidi e simili possiamo trascurare le conseguenze dirette sulla nostra salute, le ricadute negative sugli ecosistemi sono oggi ben note.
Un altro trucco per migliorare la fotosintesi
Il processo della trasformazione della luce in cibo non è perfetto, per colpa dell'ossigeno. Qualcosa forse si può fare, per migliorarlo, ma con risultati inattesi.
I resti di un baby dinosauro
L’aspetto del cucciolo di uno dei predatori più grandi e particolari della storia dedotto da un minuscolo fossile.
Il peso dell'umanità
In termini di biomassa, il peso dell'umanità è nullo: la sua impronta, invece, è totale.
Anche i bonobo hanno le levatrici
Aiutano la partoriente, ispezionano le parti intime e si preparano ad afferrare il cucciolo nel momento in cui nasce: comportamenti simili a quelli delle ostetriche umane, osservati per la prima volta.
Insetti stecco: per riprodursi si fanno mangiare
Le loro uova resistono all'ambiente acido dello stomaco degli uccelli: se la madre muore digerita, la prole riesce comunque a disperdersi anche molto lontano dal luogo di origine.
Da dove arrivano gas che distruggono l'ozono?
L'aumento dei CFC che erodono l'ozonosfera, esponendo la vita terrestre alla minaccia dei raggi UV, potrebbe essere legato al riciclo senza regole di frigoriferi in diversi siti della Cina.