La Cina c'è "un'Italia" di alberi nuovi
In 5 anni la Cina ha ricoperto di foresta un'area grande quanto l'Italia.
Tartarughe marine: il global warming le fa femmine
Nella parte settentrionale della Grande Barriera Corallina, il 99% degli esemplari di Chelonia mydas è femmina. Colpa dei cambiamenti climatici: le alte temperature determinano un maggior numero di "fiocchi rosa".
La bomba demografica è ancora innescata?
Cinquant'anni fa, nel 1968, usciva un libro che ha fatto epoca: The Population Bomb, di Paul Ehrlich, che prospettava un futuro di catastrofi per il pianeta. Che ne è stato di quelle previsioni?
Sette nuove specie di ragni "famosi"
Scoperti in Brasile, sono stati battezzati in onore di altrettanti aracnidi famosi creati dall'immaginazione di Tolkien, Rowling, Lovecraft e altri.
ABBONATI

SCARICA L’APP

iOS Android Amazon

La foto della rana che ha ingoiato un serpente
I segreti e la scienza di un vecchio scatto virale tornato a circolare sui social.
Panini alla carta... commestibile
Tovaglioli da mangiare e bicchieri da mordere: li ha realizzato una start-up indonesiana e se fossero adottati su larga scala potrebbero aiutare gli oceani a liberarsi dalla plastica.
La fine dei laghi salati
Importanti per l’uomo come per l’ambiente, i laghi salati sono troppo sfruttati e rischiano di scomparire.
Perché questo cervo sta leccando una volpe?
Alcune possibili spiegazioni al comportamento documentato in una foto virale. Che potrebbe però non essere così esteso, e non avere una ragione così precisa. In fondo, perché no?
L'agonia del lago d'Aral
Le tappe della scomparsa del grande specchio d'acqua documentate nelle foto satellitari della Nasa. Uno scempio ambientale creato dalla mano dell'uomo.
I varani re delle piantagioni di palme da olio
I grossi rettili hanno conquistato i territori adibiti alla coltivazione delle piante da cui si ricava l'olio di palma, mentre gli altri animali sono quasi del tutto scomparsi.
Una tenera faccia da cane
Un modo per prendere contatto con l'uomo e ottenere la sua attenzione, e il cibo non c'entra.
Siamo sulla soglia di un'apocalisse ecologica
Le popolazioni di insetti volanti nelle riserve naturali tedesche si sono assottigliate di tre quarti negli ultimi 27 anni, ma il problema pare estendersi a tutti i paesaggi dominati dall'agricoltura.