Focus

Webcam infuocate ai confini dell'inferno

Seguire le eruzioni dell'Etna a pochi metri dalla lava. Possibile con il WI-Fi.

20041019102720_8
|

Webcam infuocate ai confini dell'inferno
Seguire le eruzioni dell'Etna a pochi metri dalla lava. Possibile con il WI-Fi.

 

Telecamere puntate sulla lava fumante che scende a valle da quota 2585.  Foto: © Videobank.
Telecamere puntate sulla lava fumante che scende a valle da quota 2585.
Foto: © Videobank.

 

Accendere il notebook e collegarsi a Internet, mandare e-mail e telefonare: il tutto, senza neppure un cavo. Oggi non serve essere in aeroporto o in un grande albergo per usare la connettività wireless o Wi-Fi: si può fare anche… su un vulcano in eruzione.
All'altezza delle bocche dell'Etna, a 2585 metri, è iniziata tempo fa una nuova attività lavica: per monitorarla, la Protezione Civile della Sicilia ha piazzato due webcam puntate sulla zona.
Banda “calda”. L'unico modo di metterle in Rete era quello di usare due access point, i “ponti radio” delle connessioni a Internet senza fili. Così, in una “scatola” sotto un metro di cenere vulcanica, è stato piazzato un computer portatile, alimentato da un pannello fotovoltaico, che comanda le telecamere e diffonde nella zona il segnale radio. Segnale che può essere utilizzato liberamente da chi si trova nel raggio di copertura, soprattutto geologi e ricercatori. Un progetto realizzato da Intel, maggiore produttore al mondo di microprocessori, e Videobank, il principale provider Internet della Sicilia. Naturalmente è possibile connettersi in diretta alle webcam anche stando seduti comodamente a casa: l'indirizzo è etna2004.videobank.it

(Notizia aggiornata al 19 ottobre 2004)

 

19 ottobre 2004