Vajont: quattro passi nel bosco alieno

Il 9 ottobre 1963 una porzione di Monte Toc scivolò a valle rimanendo pressoché intatta: si tratta del bosco vecchio, ancora oggi visibile. Cosa è successo a questi alberi?
Guarda anche lo speciale Dentro il Vajont.

Il 9 ottobre 1963 una porzione di Monte Toc scivolò a valle rimanendo pressoché intatta: si tratta del bosco vecchio, ancora oggi visibile. Cosa è successo a questi alberi? Si sono inclinati anche in maniera estrema, arrivando a mettersi orizzontali al terreno: in questo modo, i rami superiori si sono trasformati in nuovi alberi, quelli inferiori sono diventati radici, conficcandosi nel terreno. Alcuni sono radici aeree e sembrano zampe di enormi ragni.

Oggi, dopo 50 anni, passeggiare in questo bosco è come immergersi in un paesaggio alieno, fatto di geometrie arboree all'apparenza impossibili. Ci sono alberi che curvano, tornano indietro: e alberi che hanno sviluppato protuberanze "muscolari" per reggere il peso delle loro "piante figlie".

Il 9 ottobre 1963 una porzione di Monte Toc scivolò a valle rimanendo pressoché intatta: si tratta del bosco vecchio, ancora oggi visibile. Cosa è successo a questi alberi? Si sono inclinati anche in maniera estrema, arrivando a mettersi orizzontali al terreno: in questo modo, i rami superiori si sono trasformati in nuovi alberi, quelli inferiori sono diventati radici, conficcandosi nel terreno. Alcuni sono radici aeree e sembrano zampe di enormi ragni.