Natura

L'uragano Irma ha risucchiato il mare dalle Bahamas

Il passaggio della tempesta ha provocato il ritiro dell'acqua su alcune spiagge, rimaste "a secco" per qualche ora. È l'effetto della bassa pressione, che agisce come una calamita verso l'occhio centrale.

L'uragano Irma ha seminato distruzione nei Caraibi e sulle coste della Florida. Molti dei suoi violenti effetti erano purtroppo stati previsti, ma alcuni fenomeni naturali ad esso connessi hanno stupito persino i meteorologi.

Uno di questi, studiato sui libri ma difficile da vedere di persona, è il ritiro delle acque oceaniche da alcune spiagge delle Bahamas e della Costa del Golfo della pioggia osservato nelle giornate di sabato 9 e domenica 10 settembre.

Le cause. Alcuni abitanti di Long Island, nell'arcipelago delle Bahamas, hanno postato su Facebook e Twitter foto e video del bagnasciuga rimasto "scoperto", con barche, conchiglie e pontili rimasti fuori dall'acqua (vedi anche qui). Lo stesso fenomeno si è verificato su altre spiagge della Florida domenica.

Come spiega il Washington Post, il ritiro è dovuto alla bassa pressione che caratterizza la regione centrale della tempesta: l'occhio dell'uragano risucchia verso di sé aria e acqua, tanto che nel centro di Irma si sarebbe formato una sorta di rigonfiamento, con l'acqua più alta di 3-4,5 metri.

Alla larga. L'oceano sottratto non è destinato a ritornare sotto forma di tsunami, anche se le premesse possono sembrare le stesse. In ogni caso il National Hurricane Center americano ha esortato ad allontanarsi dalle spiagge rimaste a secco, perché al variare dei venti l'acqua potrebbe risalire in pochi minuti e con inaspettata violenza.

Qualcosa di analogo era già accaduto nel 1936 sull'isola di Acklins, Bahamas. Su Long Island, il mare è tornato al suo posto nella giornata di sabato, e altrettanto dovrebbe essere accaduto in Florida, dopo il passaggio della tempesta.

11 settembre 2017 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Il racconto del decennio (1919-1929) che condusse un'Italia povera, ferita e delusa dalla Grande guerra nelle braccia di Mussolini. E ancora: distanziamento, lockdown, ristori... tutte le analogie fra la peste di ieri e il covid di oggi; come Anna Maria Luisa, l'ultima dei Medici, salvò i tesori artistici di Firenze; dalla preistoria in poi, l'impatto dell'uomo sull'ambiente e sul paesaggio.

ABBONATI A 29,90€

Il cervello trattiene senza sforzo le informazioni importanti per sopravvivere. Qual è, allora, il segreto per ricordare? Inoltre: gli ultimi studi per preservare la biodiversità; la più grande galleria del vento d'Europa dove si testano treni, aerei, navi; a che punto sono i reattori che sfruttano la fusione nucleare.


ABBONATI A 29,90€

Litigare fa ammalare? In quale sport i gatti sarebbero imbattibili? Perché possiamo essere cattivi con gli altri? Sulla Luna ci sono nuvole? Queste e tante altre domande e risposte, curiose e divertenti, sul nuovo numero di Focus D&R, d'ora in poi tutti i mesi in edicola!

ABBONATI A 29,90€
Follow us