Natura

Uno sciame di iceberg mette in pericolo le navi oceaniche

Mai come in queste ultime settimane si sono visti così tanti iceberg scendere verso sud andando a interessare le rotte delle grandi navi oceaniche.

Più di 400 iceberg sono alla deriva lungo le rotte di navigazione del Nord Atlantico. È quel che risulta dal costante rilevamento della Guardia Costale degli Stati Uniti che ha allertato tutte le compagnie di navigazione del mondo per la situazione realmente inconsueta per questo inizio di stagione per formazione dei iceberg.

Al momento gli esperti attribuiscono questa condizione all'insolita direzione dei venti che spirano nelle aree nord del pianeta, venti che si muovono in senso antiorario e che spingono verso sud gli iceberg.

Al momento è difficile sostenere che la situazione che si è venuta a creare sia legata anche alla riscaldamento globale. La connessione con questo fenomeno sarebbe il maggior numero di iceberg che negli ultimi anni si formano in prossimità della Groenlandia e non alla loro discesa verso sud.

Questa immagine, non particolarmente incisa, è stata scattata da un drone americano che controlla gli iceberg lungo le linee di navigazione delle navi © Guardia Costiera USA

Anche scontri. Negli ultimi giorni vicino al Grand Banks di Terranova sono stati contati 450 iceberg, con ben 37 giunti nell'ultima settimana. La media per questo periodo è di circa 80 iceberg, mentre il numero attuale lo si raggiunge soltanto tra fine maggio e giugno.

Questo obbliga le navi che compiono i viaggi transatlantici a spostare le rotte più a sud, con deviazioni che possono aggiungere oltre 600 km ad ogni viaggio.

Tutto ciò significa perdita di tempo e costi aggiuntivi per il carburante da utilizzare. Nonostante tutte le precauzioni una nave è stata colpita da un iceberg e ha dovuto raggiungere il porto più vicino per una serie di riparazioni.

Gli iceberg vengono tenuti sotto controllo anche grazie alle immagini satellitari

Gabrielle McGrath, responsabile della pattuglia che controlla gli iceberg della Guardia Costiera prevede che quest'anno potrebbe essere il quarto anno consecutivo che vedrà un enorme numero di iceberg in circolazione, con più di 600 isole di ghiaccio lungo le rotte di navigazione.

McGrath ha ricordato che l'anno peggiore in assoluto è stato il 2014, quando in circolazione c'erano 1.546 iceberg attraverso i quali si dovevano destreggiarsi le navi da crociera e da trasporto che collegavano l'Europa con le Americhe.

7 aprile 2017 Luigi Bignami
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Il racconto del decennio (1919-1929) che condusse un'Italia povera, ferita e delusa dalla Grande guerra nelle braccia di Mussolini. E ancora: distanziamento, lockdown, ristori... tutte le analogie fra la peste di ieri e il covid di oggi; come Anna Maria Luisa, l'ultima dei Medici, salvò i tesori artistici di Firenze; dalla preistoria in poi, l'impatto dell'uomo sull'ambiente e sul paesaggio.

ABBONATI A 29,90€

Il cervello trattiene senza sforzo le informazioni importanti per sopravvivere. Qual è, allora, il segreto per ricordare? Inoltre: gli ultimi studi per preservare la biodiversità; la più grande galleria del vento d'Europa dove si testano treni, aerei, navi; a che punto sono i reattori che sfruttano la fusione nucleare.


ABBONATI A 29,90€

Litigare fa ammalare? In quale sport i gatti sarebbero imbattibili? Perché possiamo essere cattivi con gli altri? Sulla Luna ci sono nuvole? Queste e tante altre domande e risposte, curiose e divertenti, sul nuovo numero di Focus D&R, d'ora in poi tutti i mesi in edicola!

ABBONATI A 29,90€
Follow us