La "cascata sottomarina" davanti all'Isola di Mauritius

Acqua cristallina, sabbia bianca e finissima e... un salto d'acqua in fondo al mare? Ma è possibile? Tecnicamente no: quella fotografata davanti a questo paradiso dell'Oceano Indiano è solo un'affascinante illusione ottica. Ma è difficile non cascarci.

Da non perdere: le cascate di fuoco dello Yosemite e quelle di luce colorata, in California
Acqua in caduta libera: le foto più belle

Qualcosa di molto strano sta forse accadendo davanti a Mauritius, una delle perle dell'Oceano Indiano, a quasi 2 mila chilometri dall'Africa.
Il basso fondale sabbioso al largo della punta sudoccidentale dell'isola sembra aprirsi in uno squarcio, che lascia precipitare l'acqua cristallina verso una voragine blu scuro. Che si tratti di una cascata sottomarina o di qualche altro insolito fenomeno geologico?

Niente di tutto ciò. Si tratta, come è facile immaginare, di un'illusione ottica favorita dalla prospettiva aerea di questi scatti. A creare l'effetto tridimensionale di un salto d'acqua sottomarino sono i depositi di sabbia e fango creati dall'acqua della risacca. L'ampia gamma di colori dell'oceano e del fondale completa lo scherzo fotografico.

Altre sorprendenti illusioni ottiche

Basta infatti osservare la punta sudovest dell'isola da un'altra angolazione per veder sparire l'ipnotica illusione. L'idea di una cascata sottomarina rimane però, molto affascinante, come tutto ciò che riguarda il mondo - ancora poco conosciuto - degli oceani.

L'inferno termale sotto ai Caraibi: guarda il video
Oceani, quante ne sai?

Non si tratta, comunque, di un fotoritocco: per chi ha subito pensato a un'abile "photoshoppata" ecco la prova che si tratta di un'illusione "reale". Basta controllare su Google Maps digitando, come località, "Mauritius Le Morne" e passando alla visualizzazione "Earth". Vedrete voi stessi, sulla sinistra, le lingue di sabbia responsabili dell'effetto cascata.

Guarda anche tutte le altre rivelazioni di Google Earth e Google Maps
Kiribati, le foto delle isole che stanno "sprofondando" nell'oceano

Qui il gioco di colore del fondale è ancora più evidente. Se è vero che non si tratta, come ovvio, di una cascata sottomarina, è comunque intuibile che, in quel punto, il fondale digrada e diviene più profondo.

Dagli abissi alle Alpi, il giro del mondo con Street View
Spettacolari foto di isole e atolli (guarda)

Anche senza una cascata sottomarina, l'isola (che qui vediamo in una mappa) è comunque meta ogni anno di migliaia di turisti che rimangono incantati dai riflessi verde smeraldo dell'Oceano Indiano. E anche la sua punta sudoccidentale ospita un'importante attrazione turistica...

La penisola di Le Morne Brabant, questo il nome del promontorio, ospita un blocco di roccia basaltica alto 556 metri da cui si gode di una splendida vista. L'altura e la laguna circostante sono, dal 2003, Patrimonio dell'Umanità tutelato dall'Unesco, e non solo per il valore paesaggistico.

In alcune grotte di questa collina, protetta dalla vegetazione e un tempo praticamente inaccessibile, si rifugiarono, nel 1800, piccole comunità di schiavi fuggiaschi (Mauritius fu infatti, fino al XIX secolo, uno dei centri nevralgici per lo smistamento di schiavi africani).

Si racconta che nel 1835, quando la schiavitù fu abolita per legge sull'isola, una pattuglia di poliziotti si recò sull'altura per dire agli schiavi che erano liberi e che questi, non avendo capito il messaggio, si gettarono in mare per non perdere di nuovo la libertà, morendo per l'impatto.

Da allora il colle è simbolo della lotta contro la schiavitù e della difesa dei diritti umani.

I 19 nuovi patrimoni dell'Unesco (guarda)
Le meraviglie del mondo viste da satellite

Qualcosa di molto strano sta forse accadendo davanti a Mauritius, una delle perle dell'Oceano Indiano, a quasi 2 mila chilometri dall'Africa.
Il basso fondale sabbioso al largo della punta sudoccidentale dell'isola sembra aprirsi in uno squarcio, che lascia precipitare l'acqua cristallina verso una voragine blu scuro. Che si tratti di una cascata sottomarina o di qualche altro insolito fenomeno geologico?