Natura

Un maxi deposito alla banca mondiale dei semi

Il malloppo di 50 mila nuovi arrivi è stato depositato nella cassaforte scavata nei ghiacci artici: la nostra assicurazione sulla vita in caso di guerre, carestie o altre catastrofi.

Il bunker che potrebbe salvare l'umanità da una catastrofe alimentare è sempre meglio rifornito: 50 mila nuovi semi provenienti dalle banche del germoplasma di tutto il mondo è stato portato fino alla cassaforte dei semi delle Svalbard per essere custodito da eventuali futuri disastri.

Al sicuro. La Svalbard Global Seed Vault è una delle principali casseforti destinate alla conservazione del patrimonio genetico delle più importanti colture agricole della Terra. È scavata nel permafrost dell'isola norvegese di Spitsbergen, a 1.300 km dal Polo Nord, e dal 2008 si propone come "backup" delle altre banche mondiali dei semi.

Le particolari condizioni di freddo offerte dall'habitat in cui è ricavata garantiscono che almeno una copia delle sementi più resistenti rimanga qui custodita, anche in caso di blackout della struttura, per almeno 55 anni.

A buon fine. Il nuovo deposito include semi di patate, riso, sorgo, orzo, ceci, lenticchie e frumento provenienti da Benin, India, Pakistan, Libano, Marocco, Olanda, Stati Uniti, Messico, Bosnia, Bielorussia e Gran Bretagna. Dei 50 mila semi depositati, 15 mila sono in realtà una restituzione dell'International Center for Agricultural Research, un gruppo di ricerca che punta a migliorare la resa agricola nelle zone aride.

L'organizzazione era stata la prima a prelevare un cospicuo campione di semi dal bunker delle Svalbard, nel 2015, perché non poteva accedere alla banca dei semi della città di Aleppo, devastata dalla guerra. Con il prestito è stato possibile rigenerare i semi e moltiplicarli, per distribuirli agli agricoltori. Con il nuovo deposito il numero totale di semi custoditi è salito a 940 mila, su una capacità di 4,5 milioni.

24 febbraio 2017 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Albert Einstein amava la vita, la fisica e odiava le regole. Osteggiato in patria e osannato nel mondo, vinse molte battaglie personali e scientifiche. A cento anni dal Nobel, il ritratto del più
grande genio del Novecento che ha rivoluzionato le leggi del tempo e dello spazio. E ancora: la storia di Beppe Fenoglio, tra scrittura e Resistenza; l'impresa di Champollion, che 200 anni fa decodificò la stele di Rosetta e svelò i segreti degli antichi Egizi; contro il dolore, la fatica, la noia: le droghe naturali più usate nel corso dei secoli.

ABBONATI A 29,90€

Il sonno è indispensabile per rigenerare corpo e mente. Ma perché le nostre notti sono sempre più disturbate? E a che cosa servono i sogni? La scienza risponde. E ancora: pregi e difetti della carne, alimento la cui produzione ha un grande impatto sul Pianeta; l'inquinamento e le controindicazioni dell’energia alternativa per gli aerei; perché ballare fa bene (anche) al cervello. 

ABBONATI A 31,90€
Follow us