Natura

Tree King: l'albero più alto d'Italia sfiora i 63 metri

Alto quanto un palazzo di 20 piani, per abbracciarlo completamente servono due uomini: il re degli alberi italiani è un abete americano "residente" in Toscana.

È alto 62,45 metri, praticamente quanto un palazzo di 20 piani, con una circonferenza del tronco di 3,31 metri: è l'albero più alto d'Italia, in Toscana, nella riserva naturale di Vallombrosa, località del comune di Reggello (FI). È un abete di Douglas (Pseudotsuga menziesii), una conifera sempreverde originaria del Canada e del nord America ampiamente diffusa anche in Europa e in Italia.

L’individuazione è opera del gruppo SuPerAlberi, composto da esperti arboricoltori, agronomi e tree-climbers friulani che da quasi 30 anni lavorano in Italia, in Europa e nel mondo per studiare, tutelare e curare gli alberi monumentali in modo totalmente eco-sostenibile.

Quasi in cima al Tree King. © SuPerAlberi

Per la misura degli alberi si usa la tecnica direct tape drop, termine inglese che indica semplicemente la misurazione diretta sul campo, ossia la risalita di un albero e la misura della cima al suolo.

I Magnifici Tre. Quanto ha realizzato SuPerAlberi è un’impresa unica nella storia del nostro patrimonio naturale, con una vera e propria spedizione di 8 persone durata 20 giorni per studiare da vicino 25 alberi.

Spiega Andrea Maroè, fondatore di SuPerAlberi e responsabile degli alberi monumentali per la regione Friuli-Venezia Giulia: «Siamo partiti da una lunga ricerca bibliografica negli archivi del patrimonio forestale nazionale per individuare le 50 piante più alte del Paese e, dopo una prima scrematura, ne abbiamo scalate 25 tra Lombardia, Trentino-Alto Adige, Liguria, Emilia-Romagna e Lazio, fino ad arrivare in Toscana, a Vallombrosa”.

Alla ricerca del re degli alberi. © SuPerAlberi

Il Tree King, re degli alberi italiani, supera di quasi 3 metri il secondo classificato, un altro abete della stessa riserva, che prende il nome dall’Abbazia benedettina di Vallombrosa: la foresta in cui si trovano fu creata e curata nei secoli dai monaci, fino a essere dichiarata nel 1973 Riserva Biogenetica Naturale. Al terzo posto, con “soli” 52,15 metri, c’è l’Avez del Prinzep di Lavarone, un abete bianco di circa 240 anni che 20 anni fa era già stato misurato dal gruppo di SuPerAlberi: a quel tempo era il più alto, prima di essere sorpassato dagli abeti di Vallombrosa.

Ospiti della foresta, nella riserva naturale di Vallombrosa, in Toscana. © SuPerAlberi

Valore culturale. «Gli alberi storici e monumentali non hanno solo un valore naturalistico, ma anche culturale e sociale», commenta Alessandro Bottacci, dirigente dell’ufficio centrale per la biodiversità del Corpo Forestale dello Stato, che ha supervisionato il progetto: «queste piante vivono per un tempo lunghissimo, di gran lunga superiore alla vita di un uomo. Rappresentano un patrimonio intergenerazionale destinato a durare nel futuro ed è nostro dovere tutelarle.»

3 febbraio 2017 Luigi Bignami
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us