Lago in primavera, parco in estate

2012_08_the_country_park_turns_own_lake-013
Un sub nuota tra i sentieri e le panchine del parco austriaco di Tragoess, in Stiria, diventato come ogni primavera uno splendido lago|©Herbert Meryl/Exclusivepix/Iberpress
Se durante l'anno per visitare il parco di Tragoess, in Austria, è sufficiente fare quattro passi, per andarci in primavera sono necessarie muta e bombole. Ha dell'incredibile, ma questo paradiso naturalistico della Stiria si trasforma da parco a lago a seconda delle stagioni.
A determinare questi cambiamenti radicali del paesaggio è la conformazione stessa del territorio: in primavera, la neve sciolta proveniente dalle montagne circostanti alimenta alcune sorgenti del sottosuolo, le cui acque confluiscono nella conca in cui sorge il parco trasformandola in uno splendido lago montano.
In questo periodo i sub possono immergersi nelle acque gelide e cristalline vivendo un'esperienza elettrizzante: percorrere sentieri, attraversare ponti, accarezzare l'erba del prato e sostare su una panchina rimanendo sott'acqua.
Ma solo fino a luglio, dopodichè il lago rapidamente scompare per opera di un piccolo fiume che ne lascia defluire le acque, restituendo al paesaggio lo splendido parco... fino alla primavera successiva.

Si fa presto a dire lago: guarda questa carrellata dei bacini idrici più sorprendenti del pianeta.
04 Ottobre 2012 | Rebecca Mantovani