Natura

Un passo in avanti nella previsione delle eruzioni vulcaniche

Stromboli: test sul campo per Billi, lo strumento dell'Enea che aiuterà a prevedere le eruzioni vulcaniche.

I vulcani sono, per l’uomo, tra i più pericolosi elementi della natura, e ciò giustifica gli investimenti e i numerosi studi sulla possibilità di prevedere un'eruzione.

In generale, l'attività di monitoraggio attuata oggi consiste nella rilevazione dei piccoli tremori che si verificano attorno ai vulcani, nell'osservazione - anche satellitare - delle variazioni morfologiche dell'area vulcanica, nella misura delle variazioni della forza di gravità in loro prossimità.

Da tre chilometri di distanza Billi ha potuto tenere sotto controllo i gas emessi dal vulcano Stromboli 24 ore su 24 © Enea

Ognuno di questi elementi può essere un segnale di allarme, soprattutto in aggiunta al controllo dei gas che un vulcano emette, e che mutano - in quantità - all’avvicinarsi di un’eruzione.

Billi. Proprio sul fronte dello studio dei gas vulcanici, un importante passo in avanti è stato recentemente realizzato dall’Enea con Billi, acronimo di BrIdge voLcanic Lidar, strumento in grado di misurare a distanza le variazioni di anidride carbonica emessa dal vulcano. Analisi finora complessa, lenta e pericolosa quando effettuata sul campo, da geologi, con tecniche di prelievo tradizionali.

Spiega Luca Fiorani, del Laboratorio diagnostiche e metrologia del Centro Enea di Frascati, che ha coordinato il progetto del radar-laser: «Misurare l’anidride carbonica nei pennacchi di fumi e gas emessi dai vulcani è una sfida scientifica e tecnologica di estrema importanza, perché è ormai assodato che le eruzioni sono precedute dall’aumento di questo gas».

Ciò che è particolarmente interessante in questa tecnologia, che si basa sull’invio di un fascio laser verso i pennacchi vulcanici, è il fatto che si può rilevare la composizione dei fumi a chilometri di distanza. In più, grazie a un sistema di specchi, il fascio laser può essere orientato in varie direzioni fornendo così dettagli tridimensionali del pennacchio.

A ottobre 2014 il primo test nella solfatara di Pozzuoli. © eikipedia

Sul campo. Dopo un primo test realizzato a fine 2014 nell'area della solfatara di Pozzuoli, il radar-laser è ora stato sperimentato con successo sullo Stromboli, dove ha fornito per 24 ore consecutive immagini tridimensionali del pannacchio fino a 3 chilometri di distanza, misurando il contenuto di biossido di carbonio dei fumi. Una misura di questo tipo non era mai stata realizzata in precedenza.

7 settembre 2015 Luigi Bignami
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

La vita straordinaria di Rita Levi-Montalcini, l'unica scienziata italiana premiata con il Nobel: dall'infanzia dorata alle leggi razziali, dagli studi in America ai legami con una famiglia molto unita, colta e piena di talenti. E ancora: l'impresa in Antartide di Ernest Shackleton; i referendum che hanno cambiato il corso della Storia; le prime case popolari del quartiere Fuggerei, ad Augusta; il mito, controverso, di Federico Barbarossa.

ABBONATI A 29,90€

Tutto quello che la scienza ha scoperto sui buchi neri: fino a 50 anni fa si dubitava della loro esistenza, ora se ne contano miliardi di miliardi. Inoltre, come funziona la nostra memoria; l'innovativa tecnica per far tornare a camminare le persone paraplegiche; la teconoguerra in Ucraina: quali sono le armi tecnologiche usate.

ABBONATI A 31,90€
Follow us