Natura

Un passo in avanti nella previsione delle eruzioni vulcaniche

Stromboli: test sul campo per Billi, lo strumento dell'Enea che aiuterà a prevedere le eruzioni vulcaniche.

I vulcani sono, per l’uomo, tra i più pericolosi elementi della natura, e ciò giustifica gli investimenti e i numerosi studi sulla possibilità di prevedere un'eruzione.

In generale, l'attività di monitoraggio attuata oggi consiste nella rilevazione dei piccoli tremori che si verificano attorno ai vulcani, nell'osservazione - anche satellitare - delle variazioni morfologiche dell'area vulcanica, nella misura delle variazioni della forza di gravità in loro prossimità.

Da tre chilometri di distanza Billi ha potuto tenere sotto controllo i gas emessi dal vulcano Stromboli 24 ore su 24 © Enea

Ognuno di questi elementi può essere un segnale di allarme, soprattutto in aggiunta al controllo dei gas che un vulcano emette, e che mutano - in quantità - all’avvicinarsi di un’eruzione.

Billi. Proprio sul fronte dello studio dei gas vulcanici, un importante passo in avanti è stato recentemente realizzato dall’Enea con Billi, acronimo di BrIdge voLcanic Lidar, strumento in grado di misurare a distanza le variazioni di anidride carbonica emessa dal vulcano. Analisi finora complessa, lenta e pericolosa quando effettuata sul campo, da geologi, con tecniche di prelievo tradizionali.

Spiega Luca Fiorani, del Laboratorio diagnostiche e metrologia del Centro Enea di Frascati, che ha coordinato il progetto del radar-laser: «Misurare l’anidride carbonica nei pennacchi di fumi e gas emessi dai vulcani è una sfida scientifica e tecnologica di estrema importanza, perché è ormai assodato che le eruzioni sono precedute dall’aumento di questo gas».

Ciò che è particolarmente interessante in questa tecnologia, che si basa sull’invio di un fascio laser verso i pennacchi vulcanici, è il fatto che si può rilevare la composizione dei fumi a chilometri di distanza. In più, grazie a un sistema di specchi, il fascio laser può essere orientato in varie direzioni fornendo così dettagli tridimensionali del pennacchio.

A ottobre 2014 il primo test nella solfatara di Pozzuoli. © eikipedia

Sul campo. Dopo un primo test realizzato a fine 2014 nell'area della solfatara di Pozzuoli, il radar-laser è ora stato sperimentato con successo sullo Stromboli, dove ha fornito per 24 ore consecutive immagini tridimensionali del pannacchio fino a 3 chilometri di distanza, misurando il contenuto di biossido di carbonio dei fumi. Una misura di questo tipo non era mai stata realizzata in precedenza.

7 settembre 2015 Luigi Bignami
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Tre colpi, una manciata di secondi e JFK, il presidente americano più carismatico e popolare disempre finiva di vivere. A 60 anni di distanza, restano ancora senza risposta molte domande sudinamica, movente e mandanti del brutale assassinio. Su questo numero, la cronaca di cosa accadde quel 22 novembre 1963 a Dallas e la ricostruzione delle indagini che seguirono. E ancora: nei campi di concentramento italiani, incubo di ebrei e dissidenti; la vita scandalosa di Colette, la scrittrice più amata di Francia; quello che resta della Roma medievale.

ABBONATI A 29,90€

La caduta di un asteroide 66 milioni di anni fa cambiò per sempre gli equilibri della Terra. Ecco le ultime scoperte che sono iniziate in Italia... E ancora: a che cosa ci serve ridere; come fanno a essere indistruttibili i congegni che "raccontano" gli incidenti aerei; come sarebbe la nostra società se anche noi andassimo in letargo nei periodi freddi; tutti i segreti del fegato, l'organo che lavora in silenzio nel nostro corpo è una sofisticata fabbrica chimica.

ABBONATI A 31,90€
Follow us