Natura

Sinkhole in Russia, l'auto lo evita per un pelo

Una brutta avventura finita bene per alcuni automobilisti, che hanno visto la strada aprirsi in una voragine a pochi centimetri dai loro veicoli.

Guidare per andare al lavoro può essere abbastanza avventuroso, come sa bene chi affronta, ogni mattina, il traffico cittadino. Ma mai come percorrere questa strada di Tyumen, in Siberia, a 2500 chilometri da Mosca.
Nell'ora di punta del viavai mattutino, la strada si è aperta sotto a queste auto, e la tragedia è stata evitata per un soffio.

Inghiottiti dalla terra
VAI ALLA GALLERY (N foto)

Pericolo scampato
Il video postato su YouTube l'8 maggio documenta l'accaduto. L'asfalto appare da subito rotto tra le due carreggiate, e - nonostante la mancanza di una segnaletica di emergenza - gli automobilisti sembrano starne alla larga. Poi, al minuto 1:23, il cedimento improvviso: una porzione di corsia viene inghiottita dalla voragine, e le macchine riescono a evitare il sinkhole aggirandolo a breve distanza.

Qui, l'istante esatto in cui si apre la voragine [il testo continua sotto]:



I sinkhole (letteralmente "buco sprofondato") sono fenomeni di sprofondamento del suolo causati o da fattori naturali (per esempio il cedimento di un terreno calcareo dovuto a prolungate infiltrazioni d'acqua: si parla in questo caso di doline carsiche) o dall'errato sfruttamento del suolo da parte dell'uomo.

L'eccessivo caricamento di zone geologicamente fragili con sovrastrutture, o interventi inadeguati sulle falde idriche del sottosuolo, possono portare - complici le piogge prolungate o i terremoti - all'apertura imprrovvisa di queste voragini di forma circolare.

A proposito di voragini

Il giro del mondo in 10 buchi
VAI ALLA GALLERY (N foto)

9 maggio 2014 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us