Natura

Roma e Milano le peggiori in Europa nella lotta allo smog

Secondo un recente studio tedesco Roma e Milano sono le città europee meno impegnate nella lotta allo smog.

Se abitate a Roma o Milano sarà meglio che vi decidiate a lasciare a casa la macchina per convertirvi ai mezzi pubblici e alla bici. Secondo un recente studio tedesco infatti, la nostra capitale sarebbe la città meno virtuosa d’Europa dal punto di vista ambientale seguita a poca distanza da Milano.
Gli esperti di Friends of the Earth e dall'European Environmental Bureau, la più grande federazione continentale di associazioni ambientaliste, hanno stilato una classifica delle metropoli europee ordinandole in base all’efficienza nella riduzione del biossido di azoto (N02) e delle polveri sottili (PM 2,5 e PM10) prodotte dall’inquinamento veicolare.

Gli ultimi saranno i primi. A inquinare
Secondo la ricerca le due grandi città italiane sarebbero il fanalino di coda nell’attuazione di politiche volte alla riduzione dell’inquinamento, per esempio l'incentivazione all’uso del trasporto pubblico, la realizzazione di piste ciclabili, la limitazione alla circolazione delle auto e così via. Nemmeno il tanto discusso Ecopass, introdotto nel capolouogo lombardo qualche anno fa, sembra aver convinto gli esperti tedeschi.
Ma se l’Italia piange, nel resto d’Europa non se la passano meglio: nemmeno Berlino, che è risultata essere la città più impegnata nella lotta allo smog, ha superato l’esame con il massimo dei voti.

Lo smog è di destra o di sinistra?
Ciò che sembra aver particolarmente penalizzato Roma e Milano rispetto alle altre città europee è l’approccio politico e non scientifico al problema dell’inquinamento.
Lo ha sottolineato in un’intervista al Corriere della Sera Andrea Poggio, vicedirettore nazionale di Legambiente: «All'estero anche quando cambia l’amministrazione, non si interrompono tutte le attività intraprese: la lotta al traffico, gli investimenti per i mezzi pubblici o le multe agli inquinatori, in Italia invece basta un cambio di assessore o di consiglio d'amministrazione di una società per ribaltare ogni scelta».

9 settembre 2011 Franco Severo
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us