Le foto del Premio Asferico 2013

Il premio Asferico giunge alla settima edizione, regalandoci le più belle foto di natura provenienti da tutto il mondo. Nato dalla rivista omonima, a sua volta organo dell'AFNI (Associazione fotografi naturalisti italiani), il premio Asferico ha coinvolto nella giuria i più noti fotografi europei e italiani. Ecco le fotografie che hanno vinto nelle diverse categorie e una selezione tra quelle arrivate in finale.

Nata nel 1989 su iniziativa del grande fotografo naturalista Paolo Fioratti, l'Afni (Associazione fotografi naturalisti italiani) si è subito distinta per un approccio diverso alla fotografia naturalistica: non più ritratti di animali immobili, ma scatti di uccelli, mammiferi e insetti vivi e nell'ambiente. L'Afni si è subito diffusa in molte regioni ed è diventata un punto di riferimento per i fotografi anche su internet.

Regole rigide per foto magiche
L'associazione ha poi acquistato e rinnovato la rivista Asferico, che esce ora tre volte l'anno. Da Asferico, per iniziativa della sezione Afni del Veneto guidata da Armando Maniciati, è nato nel 2007 il premio fotografico, che ha subito colpito per il numero di partecipanti e le rigide regole che lo caratterizzano. Niente foto modificate, niente elementi umani negli scatti, grande rispetto per i soggetti.

9000 foto da tutto il mondo
Quest'anno i fotografi partecipanti erano 550, provenienti da tutto il mondo, con quasi 9000 fotografie in lizza. Il lavoro della giuria ha permesso di selezionare circa 80 fotografie da cui sono state scelte le otto vincitrici di categoria e la vincitrice assoluta, che trovate in questa gallery. Pronti per un tuffo nella natura?

Vincitore di categoria e vincitore assoluto
Sezione mammiferi
Fotografo: Richard Packwood
Dati tecnici dello scatto: Nikon D3s + 500 mm f4 + 1,4x (700 mm); 1/125 sec a f5.6, ISO 400

Lago Kariba, Parco Nazionale di Matusadona (Zimbabwe) - Avevamo viaggiato tutto il giorno lungo una pista praticamente inesistente per raggiungere il nostro remoto campo. Appena lasciato l'accampamento, la mattina seguente, siamo stati ripagati da questa scena.

Sezione mammiferi
Fotografo: Richard Peters
Dati tecnici dello scatto: Nikon D7000 + 600 mm f4; 1/800 sec a f8, ISO 320

Parco Nazionale di Yellowstone, Montana (Stati Uniti) - Durante l'inverno avevo assistito ad abbondanti nevicate nello Yellowstone, che avevano spinto la fauna al di fuori del parco verso aree più basse e meno coperte dalla neve. Un pomeriggio sul tardi, tornavando verso il nostro hotel, avvistammo in lontananza un coyote (Canis latrans). Quando tirammo fuori le nostre macchine fotografiche, il coyote iniziò a perlustrare i dintorni e a latrare dalla sua postazione in alto. Forse stava richiamando il suo compagno, che noi non riuscivamo a individuare. Dopo alcuni minuti il coyote ridiscese dal suo punto di avvistamento e lentamente raggiunse la parte bassa della collina, fermandosi di continuo e cercando in tutte le direzioni.

Sezione mammiferi
Fotografo: Wendy Kreeftenberg
Dati tecnici dello scatto: Canon 1D Mark IV + 300mm f2.8; 1/1000 sec a f2.8, ISO 800

North Holland Dune Reserve (Paesi Bassi) - Le previsioni meteo annunciavano una forte nevicata e l'istituto di meteorologia aveva consigliato di rimanere a casa. Io invece mi sono diretta senza esitazioni verso le dune, alla ricerca delle volpi. È stato meraviglioso seguire questa femmina mentre se ne andava in giro tutto il giorno facendomi dimenticare il rischio di ritornare a casa sana e salva attraverso lo spesso strato di neve.

Sezione mammiferi
Fotografo: Jean-Michel Lenoir
Dati tecnici dello scatto: Nikon D700 + 500 mm f4; 1/800 sec a f4, ISO 200

East coast Svalbard (Norvegia) - La fotografia è stata realizzata all'inizio di marzo, quando il sole inizia di nuovo ad uscire. Volevo rendere i colori della luce durante questo periodo: bianco, blu e qualche volta rosa. In questa area, le renne sono piuttosto timide, ma mi sono preso il tempo per comporre l'immagine includendo gli animali all'interno del loro ambiente, in uno scenario meravigliosamente selvaggio. Ho così anticipato la corsa delle giovani renne fino al salto di una di loro proprio davanti alle montagne illuminate.

Vincitore di categoria
Sezione paesaggi
Fotografo: Javier Tur Riera
Dati tecnici dello scatto: Canon EOS 5D Mark II + 17 - 40 mm f4 (22 mm); 3,2 sec. a f11, ISO 100

Snaefellsnes (Islanda) - Mentre ci trovavamo nella penisola di Snaefellsnes, nella parte ovest dell'Islanda, ci siamo imbattuti nella montagna vulcanica Kirkjufell (463 metri) che sovrasta un gruppo di cascate, chiamate Kirkjufellfoss. Dopo molti giorni in attesa dell'immagine giusta di questo luogo, il mutevole tempo meteorologico islandese finalmente volgeva a mio favore. Un piccolo spot di luce lasciava filtrare gli ultimi raggi di sole del crepuscolo, illuminando questa incredibile montagna e rendendo cosi possibile realizzare l'immagine che ho sempre desiderato.

Sezione paesaggi
Fotografo: Lasse Niskala
Dati tecnici dello scatto: Nikon D 300 + 18 - 200 mm f3.5 - 5.6 (62 mm); 30 sec. a f13, ISO 1000

Lohtaja Kokkola (Finlandia) - Una notte d'estate ho sentito i tuoni arrivare dalla costa, rombavano senza sosta e si avvicinavano minuto dopo minuto. Vedevo molti lampi e la tempesta non aveva intenzione di calmarsi così ho deciso di prendere e andare verso la spiaggia con la mia fotocamera. È stato meraviglioso vedere come la tempesta si avvicinava sempre più e i lampi illuminavano il cielo quasi ogni secondo. È grazie alla loro luce che riuscivo a regolare la fotocamera, altrimenti sarebbe stato completamente buio. Ho poi infilato la macchina fotografica sotto la mia giacca e sono corso verso la macchina.

Sezione paesaggi
Fotografo: Samuel Feron
Dati tecnici dello scatto: Canon EOS 5D Mark II + 24 - 70 mm f2.8 (34 mm); 1/1000 sec a f13, ISO 500

Laguna Colorada, Sud Lipez (Bolivia) - Questa foto della Laguna Colorada è stata realizzata subito dopo un'incredibile tempesta di neve. Il risultato è stato un'atmosfera inusuale e drammatica, grazie alle dense nuvole e il rosso della laguna.

Sezione paesaggi
Fotografo: Juan Pavón
Dati tecnici dello scatto: Canon EOS 5D + 17 - 40 mm f4 (21 mm); 5 sec. a f18, ISO 100

Montagne di Gredos (Spagna) - Pioggia e foschia ... la foresta prende vita e rivela la sua magia. Seguendo il corso del Gredos, una fredda mattina di inverno.

Vincitore di categoria
Sezione subacquea
Fotografo: Giordano Cipriani
Dati tecnici dello scatto: Nikon D2x + 12 - 24 mm f4 (12 mm); 1/15 sec a f14, ISO 100

Coco Island (Costa Rica) - L'ecosistema unico di Coco Island, attrae una grande varietà di squali, come ad esempio lo squalo martello, lo squalo seta, lo squalo tigre, lo squalo pinna bianca (Triaenodon obesus). Chi si immerge, avrà notato che questo squalo tende a rimanere relativamente inattivo durante il giorno. Può rimanere comodamente adagiato sulla sabbia perché, a differenza di molte altre specie di squali, non ha bisogno di nuotare continuamente per muovere l'acqua sulle sue branchie. Lo squalo pinna bianca ha l'inusuale abilità di pompare l'acqua attraverso le sue branchie al fine di respirare mentre sta riposando. I sub lo possono osservare mentre riposa nelle crepe o sul fondo dell'oceano durante il giorno, ma durante la notte diventa molto attivo. Durante le escursioni notturne, è possibile osservare queste fantastiche creature in piena frenesia alimentare, agitandosi verso la superficie in grandi gruppi mentre cacciano per il cibo. I sub devono far attenzione dove puntano le loro luci durante le uscite notturne poiché queste intelligenti creature hanno imparato ad usare la luce delle lampade per cacciare.

Sezione subacquea
Fotografo: David Barrio
Dati tecnici dello scatto: Nikon D300 + 10 - 17 mm f3.5 - 4.5 (14 mm); 1/60 sec a f11, ISO 200

Mongan, Isole Canarie (Spagna) - La foto di questa pastinaca (Taeniura grabata) è stata realizzata in Mongan, nelle isole Canarie (Spagna). Ho trovato questa razza mentre dormiva in una caverna circondata da una nuvola di cardinal fish, senza arrecarsi nessun disturbo. Le pastinache sono spesso descritte come animali infernali, ma sono solamente molto timidi, come qualsiasi altro pesce e cercano di evitare il contatto umano quanto più possibile.

Sezione subacquea
Fotografo: Claudio Contreras Koob
Dati tecnici dello scatto: Canon EOS 5D Mark II (15 mm); 1/320 sec a f5.6, ISO 1600

Isole San Benitos (Messico) - Le praterie di alghe nelle isole di San Benitos, a largo della costa della Baja California (Messico) sono in buono stato e vengono scelte come casa da una grande colonia di leoni marini che amano giocare tra le sue fronde.

Sezione subacquea
Fotografo: Jordi Benitez
Dati tecnici dello scatto: Canon EOS Kiss Digital X + 10 -17 mm f3.5 - 4.5 (11 mm); 1/125 sec a f8, ISO 100

El puertito de Armeñinme (Spagna) - Nell'isola di Tenerife (Isole Canarie) è possibile trovare molti gruppi di tartarughe verdi lungo le spiagge che si trovano nella parte sud dell'isola. Queste spiagge hanno la caratteristica sabbia vulcanica molto comune che possiamo trovare nelle isole delle Canarie e, quando le tartarughe nuotano in superficie, si creano delle texture e dei colori molto interessanti.

Vincitore di categoria
Sezione uccelli

Fotografo: Philippe Jean-Petit-Matile
Dati tecnici dello scatto: Nikon D3x + 500 mm f4; 1/5 sec a f18, ISO 50

Svizzera - Sono arrivato a questa cascata molto vicina a casa mia, un pomeriggio piuttosto tardi e la mia intenzione era quella di ritrarre l'acqua con tempi lunghi. In quel momento ho avuto la grande fortuna di vedere questo merlo acquaiolo (Cinclus cinclus) mentre si riposava su un ramo e si godeva gli ultimi raggi del sole di ottobre. Sono stato molto felice di poter realizzare questo scatto perché mi piace ritrarre gli animali integrati nel loro ambiente.

Sezione uccelli
Fotografo: Paul Kornacker
Dati tecnici dello scatto: Canon 40D + 100 - 400 mm f4,5 - 5,6 (235 mm); 1/20 sec a f 9, ISO 125

Blackdown Tableland National Park, Queensland (Australia) - La Strepera graculina è un uccello nativo dell'Australia dell'est e vive nelle foreste così come in ambienti semi-urbanizzati. Questo uccello nero con macchie bianche sulle ali e sulla coda, ha gli occhi di un giallo brillante ed è molto intelligente e con un comportamento molto accattivante. In una mattinata piovosa e ventosa, ho trovato questi due corvidi sul nostro campo nella foresta del parco nazionale di Blackdown Tabeland , nel Queensland. Avevo da qualche tempo l'idea di realizzare una foto in cui ritrarre l'alone magico, la perspicacia e l'intelligenza di questi uccelli. Entrambi gli animali erano alla distanza perfetta tra loro e così ho potuto realizzare la mia idea.

Sezione uccelli
Fotografo: Ron Bielefeld
Dati tecnici dello scatto: Canon EOS 1D Mark IV + 500 mm f4 + 1,4x (700 mm); 1/2000 sec a f8, ISO 800

Florida centro-orientale - Questa immagine è stata realizzata durante il periodo in cui i nibbi delle Everglades (Rostrhamus sociabilis) e le gracule codalarga (Quiscalus major) stanno costruendo entrambi i loro nidi e il nibbio deve difendersi dall'assalto dell'altro uccello che prova a rubargli il materiale per il nido.

Vincitore di categoria
Sezione altri animali

Fotografo: Bastien Riu
Dati tecnici dello scatto: Canon EOS 7D + 100 mm f2.8 macro; 1/100 sec a f5.6, ISO 250

Francia - Stavo provando a fotografare questi due funghi, ma all'immagine mancava qualcosa. Dopo qualche minuto ho visto questa coccinella vicino ai funghi e l'ho incoraggiata a salirvi sopra e prima che volasse via, si è messa in questa posizione originale che sono entusiasta di aver fotografato. Questa scena è illuminata da 3 flash che mi hanno permesso di gestire al meglio la luce molto difficile.

Sezione altri animali
Fotografo: Bence Màté
Dati tecnici dello scatto: Nikon D700 + 500 mm f4; 1/500 sec a f4, ISO 1000

Texas (Stati Uniti) - Ho passato una settimana in Texas, nel ranch di Santa Clara, quando mi sono imbattuto in questo crotalo adamantino occidentale (Crotalus atrox), lungo 1 metro e mezzo. Non ero proprio sicuro di come comportarmi di fronte al suo atteggiamento aggressivo e così da una distanza di sicurezza ho usato la mia macchina con un teleobiettivo.

Sezione altri animali
Fotografo: Giuseppe Bonali
Dati tecnici dello scatto: Nikon D3s +180 mm f3.5 macro; 1/500 sec a f16, ISO 2500

Robecco d'Oglio (Lombardia) - Una formica comune Europea mentre si pulisce davanti a un piccolissimo specchio d'acqua.

Sezione altri animali
Fotografo: Jorge Sierra
Dati tecnici dello scatto: Nikon D700 + 14 - 24 mm f2.8 (14 mm); 1/40 sec a f5.6, ISO 400

Un maschio di Saturnia pyri, la farfalla più grande d'Europa, muove le sue ali ai piedi di una quercia. È il suo modo di scaldarsi prima di iniziare a volare in cerca delle femmine della sua specie.

Sezione piante e funghi
Fotografo: David Allemand
Dati tecnici dello scatto: Canon EOS 1D Mark IV + 24 - 70 mm f2,8 (60 mm); 2,5 sec a f9, ISO 400

Australia meridionale - Sono arrivato in questo sito alla fine del pomeriggio, la luce era molto morbida e stava piovendo. Gli alberi erano così fitti che non avevo visto filtrare molta luce da quando ero entrato nella foresta. In questa atmosfera così scura, ho visto un tronco illuminato dagli ultimi raggi di sole della giornata. Ho così realizzato questo scatto in modo che i tronchi molto scuri incorniciassero quello bianco. Volevo questo contrasto nei toni, i tronchi neri e quelli bianchi, al fine di ottenere un'immagine molto grafica, giocando con le linee.

Sezione piante e funghi
Fotografo: Francisco Mingorance Gutiérrez
Dati tecnici dello scatto: Nikon D3s + 14 - 24 mm f2.8 (14 mm); 1/15 sec a f11, ISO 400

Spagna - Nel Terziario (20 milioni di anni fa), questi boschi erano estesi per tutta la zona mediterranea, il nord Africa e il sud dell'Europa, come lo testimoniano i fossili ritrovati in queste zone. A causa dei cambiamenti climatici di allora, glaciazioni e periodi aridi che diedero vita alla barriera di deserti del nord Africa, questa vegetazione sparì dai continenti. Mentre nelle isole Azzorre, Madeira e le Canarie i cambiamenti furono attenuati dall'oceano e servirono da rifugio a questa specie che dal terziario è sopravvissuta fino ai nostri giorni.

Sezione piante e funghi
Fotografo: Daniel Montero
Dati tecnici dello scatto: Nikon D3 + 24 - 120 mm f3.5 -5.6 (42 mm); 1 sec a f16, ISO 200

Gran Canaria (Spagna) - Una foresta di castagno (Castanea sativa) nella foschia. Questi alberi sono coperti da licheni rampicanti. Questo tipo di foresta si trova nel nord dell'isola di Gran Canaria a circa 1.500 metri di quota (l'altezza massima dell'isola è di 2.000 metri). A questa altitudine, le nuvole che arrivano dall'oceano avvolgono l'isola lasciando molta umidità che le persone del luogo chiamano "pioggia orizzontale", ossia la condensa dell'umidità sui rami degli alberi.

Sezione piante e funghi
Fotografo: Juan Jesus Gonzalez Ahumada
Dati tecnici dello scatto: Canon EOS 7D + 24 - 105 mm f4 (67 mm); 1/125 sec a f8, ISO 200

Parco Nazionale di Cañadas del Teide, Tenerife (Spagna) - I primi raggi di sole penetrano nella valle, illuminando gli scheletri inerti di viperina di Tenerife (Echium wildpretii) mescolati con una nuova generazione delle stesse che presto saranno fiorite e continueranno il loro ciclo di vita, perpetuando la sopravvivenza delle piante.

Vincitore di categoria
Sezione composizione e forma
Fotografo: Fortunato Gatto
Dati tecnici dello scatto: Canon EOS 5D Mark III + 70 - 200 mm f4 (200 mm); 1/20 sec a f11, ISO 100

Trossachs National Park, (Scozia) - Alle volte la fotografia naturalistica ti porta ad osservare la natura da dentro, ed è sorprendente ritrovare in alcuni alberi le proprie sensazioni. Queste betulle sono state riprese come fossero delle anime ardenti, avvolte dalla propria energia, sofferenti, ma meravigliosamente belle al tempo stesso. I colori autunnali e le prime luci del mattino mi hanno aiutato a riprendere e vivere un momento naturale magico, un vero e proprio "fuoco" di emozioni.

Sezione composizione e forma
Fotografo: Francisco Mingorance Gutiérrez
Dati tecnici dello scatto: Nikon D3s + 105 mm f2.8; 1/200 sec a f8, ISO 250

Cardona (Spagna) - La montagna di sale di Cardona è un prodigio della geologia unico al mondo. Ha iniziato a formarsi circa quaranta milioni di anni fa e durante la formazione dei Pirenei, i movimenti tettonici fecero innalzare quella che in principio era una piana salata, formando così una montagna di sale potassico.

Sezione composizione e forma
Fotografo: Marco Colombo
Dati tecnici dello scatto: Nikon D700 + 105 mm f2.8; 1/100 sec a f18, ISO 200

Parco Regionale di Porto Conte (Sardegna) - Capodanno 2011: ispirato dai tradizionali fuochi d'artificio, ho voluto creare uno sfondo che li richiamasse dietro questa chiocciola endemica (Marmorana serpentina). Utilizzando dell'acqua, ho ottenuto due risultati: uno sfondo pieno di "stelle cadenti", e un flash quasi "allagato".

Sezione composizione e forma
Fotografo: Marcello Libra
Dati tecnici dello scatto: Canon EOS 1D Mark IV + 28 - 70mm f2.8 (36mm); 1/13 sec a f16, ISO 400

Andadlusia (Spagna) - L'area mineraria del Rio Tinto, rappresenta qualcosa di unico e spettacolare. Uno scenario particolare, fatto di vivaci colori e forme astratte, che è motivo di grande interesse e ispirazione per il fotografo.

Vincitore di categoria
Sezione ritratti
Fotografo: Stephan Tuengler
Dati tecnici dello scatto: Canon EOS 1D Mark IV + 500 mm f4; 1/1250 sec a f4, ISO 400

Masai Mara (Kenya) - Durante il tardo pomeriggio, stavamo guidando i nostri veicoli attraverso la parte est del Masai Mara quando ci siamo avvicinati ad un branco di leoni che avevano ovviamente dormito tutto il giorno. Quando i felini lentamente si riattivano, di solito sbadigliano e si stiracchiano prima di alzarsi per poi magari riprendere a cacciare. Così è stato per questi leoni. Appena ho notato che si stavano lentamente svegliando, ho chiesto al mio autista di posizionarsi di fronte a questa giovane leonessa.

Sezione ritratti
Fotografo: Lorenzo Maginzali
Dati tecnici dello scatto: Nikon D200 + 200 - 400 mm f4 + 1,4x (550 mm); 1/250 sec a f7.1, ISO 100

Norvegia - Girando nella tundra norvegese, abbiamo trovato questa arena di combattenti (Philomachus pugnax). Ci siamo fermati per una settimana a fotografarli, ma purtroppo il sole è quasi sempre mancato.

Sezione ritratti
Fotografo: Gabriele Bano
Dati tecnici dello scatto: Nikon D300 + 200 - 400 mm f4 (300 mm); 1/200 sec a f6.3, ISO 800

Donna Nook, Linconshire (Inghilterra) - Ogni novembre le foche grigie si danno appuntamento sulle spiagge di Donna Nook per partorire i loro cuccioli ed accoppiarsi; questo piccolo ha attirato la mia attenzione per la dolcezza del suo sguardo, timido ma al tempo stesso curioso e per nulla intimorito dalla mia presenza.

Sezione ritratti
Fotografo: Benoist Clouet
Dati tecnici dello scatto: Nikon D200 + 70 - 200 mm f2.8 (95mm); 1/4000 sec a f/4, ISO 400

Costa settentrionale dell'isola di Prins Karls Forland, Svalbard (Norvegia) - Dopo aver fotografato i trichechi (Odobenus rosmarus) "stramazzati" sulla sabbia volevo realizzare una foto differente. Mi sono sdraiato a faccia in giù sulla battigia, nella speranza che un giovane fosse abbastanza curioso per poterlo fotografare non appena avesse messo la testa fuori dall'acqua. Alla fine invece è arrivato un maschio adulto fino a pochi metri da me, fissandomi e battendo le pinne nell'acqua. Questi pochi minuti di intimidazione sono stati i più lunghi ed intensi nella mia attività di fotografo naturalista!

Nata nel 1989 su iniziativa del grande fotografo naturalista Paolo Fioratti, l'Afni (Associazione fotografi naturalisti italiani) si è subito distinta per un approccio diverso alla fotografia naturalistica: non più ritratti di animali immobili, ma scatti di uccelli, mammiferi e insetti vivi e nell'ambiente. L'Afni si è subito diffusa in molte regioni ed è diventata un punto di riferimento per i fotografi anche su internet.

Regole rigide per foto magiche
L'associazione ha poi acquistato e rinnovato la rivista Asferico, che esce ora tre volte l'anno. Da Asferico, per iniziativa della sezione Afni del Veneto guidata da Armando Maniciati, è nato nel 2007 il premio fotografico, che ha subito colpito per il numero di partecipanti e le rigide regole che lo caratterizzano. Niente foto modificate, niente elementi umani negli scatti, grande rispetto per i soggetti.

9000 foto da tutto il mondo
Quest'anno i fotografi partecipanti erano 550, provenienti da tutto il mondo, con quasi 9000 fotografie in lizza. Il lavoro della giuria ha permesso di selezionare circa 80 fotografie da cui sono state scelte le otto vincitrici di categoria e la vincitrice assoluta, che trovate in questa gallery. Pronti per un tuffo nella natura?