Paradiso perduto

Mentre vengono diffuse foto sconvolgenti, scattate da chi vive sulla propria pelle il dramma scatenato dal maremoto che si è abbattuto il 26 dicembre scorso sulle coste asiatiche, i satelliti...

20041229165911_5
Paradiso perduto
Mentre vengono diffuse foto sconvolgenti, scattate da chi vive sulla propria pelle il dramma scatenato dal maremoto che si è abbattuto il 26 dicembre scorso sulle coste asiatiche, i satelliti testimoniano dall'alto le conseguenze sulla geografia della Terra.
Quickbird aveva puntato il suo obiettivo sulla spiaggia di Kakutara, nel sud-ovest dello Sri Lanka, poco più a sud della città di Colombo. L'immagine in basso (vedi ingrandimento) risale esattamente alle 10:20 ora locale, meno di 4 ore dopo il terremoto che ha scatenato l'onda anomala: la costa porta le tracce del passaggio dello tsunami per oltre un chilometro, mentre le acque intorbidate evidenziano come il mare si sia prima ritirato come fosse nella fase di bassa marea, per poi raccogliersi in un'ondata devastante. Per conoscere l'anatomia di uno tsunami, clicca qui. Foto: © Digitalglobe
30 Dicembre 2004 | Anita Rubini