Ondata di gelo dall'Artico, negli USA fa più freddo che su Marte

Il freddo polare che ha investito gli Stati Uniti ha toccato in alcune località i -37 °C, peggio che in certi momenti sul Pianeta Rosso: lo shock termico "congela" gli squali in acqua.

reu_rts1l5lj_web
Un inizio d'anno polare.|REUTERS/Eduardo Munoz

Il gelo artico che nell'ultima settimana ha stretto in una morsa di ghiaccio gli Stati Uniti - in particolare la costa orientale e il Midwest - ha fatto precipitare le temperature, in alcune zone, fino a valori di 15 gradi più bassi rispetto alle medie stagionali.

 

Nel New Hampshire, sull'osservatorio meteorologico del Mount Washington (dove è stato girato questo video divenuto virale, in cui l'acqua rovente di un bollitore ghiaccia istantaneamente a contatto con l'aria, vedi anche video qui sotto), il termometro ha toccato i -37 °C, mentre ad Embarrass, in Minnesota, si è registrato il record negativo di -42 °C la scorsa domenica. 

 

 

clima marziano (o quasI). Come ricorda il sito del The Atlantic, in questi giorni negli USA fa talvolta più freddo che su Marte: nel Sol 1910 (cioè il 20 dicembre 2017), Curiosity ha registrato vicino al Cratere Gale, sul Pianeta Rosso, una temperatura massima diurna invernale di -23 °C. Il rover si trova però vicino all'equatore, dove le temperature in questa stagione marziana raggiungono facilmente i - 70 °C (mentre d'estate possono toccare i 20 °C). 

Uno dei tre squali - un esemplare maschio di oltre 4 metri di lunghezza - che sono stati ritrovati congelati a causa dello shock termico. | Atlantic White Shark Conservancy

Squali congelati. Uno degli effetti più impressionanti del vortice di gelo artico si è verificato in Massachusetts, dove i biologi dell'Atlantic White Shark Conservancy hanno trovato tre squali volpe (gen. Alopias) spiaggiati a Cape Cod, morti a causa di uno shock termico dovuto al freddo, che può portare questi animali all'arresto cardiaco.

 

 

Riscaldamento globale. Anche se il Presidente Trump ha ironizzato sulle basse temperature, trasformandole nel consueto argomento per negare i cambiamenti climatici, questa ondata di freddo anomala potrebbe in effetti essere stata esasperata dal global warming.

 

Diversi studi negli ultimi anni hanno dimostrato che l'aumento delle temperature artiche destabilizza altri sistemi climatici, portando aria fredda verso il Nord America - forse per effetto di alcuni cambiamenti nella corrente a getto o nel vortice di aria d'alta quota sopra il Polo Nord, ma è solo un'ipotesi.

 

Le cascate del Niagara si sono congelate. Le cascate del Niagara normalmente scaricano 681.750 litri d'acqua al secondo. Con temperature intorno a -11 °C, sono quasi completamente gelate e secondo gli esperti se si mantengono temperature così basse potrebbero gelare completamente in un mese.

03 Gennaio 2018 | Elisabetta Intini