Natura

L'onda più alta mai registrata

Nel 2018 un muro d'acqua alto oltre 20 metri fu registrato da una boa 700 km a sud della Nuova Zelanda.

Martedì 8 maggio 2018, durante una violenta tempesta nell'Oceano meridionale, una boa oceanica posizionata vicino a Campbell Island, 700 km a sud della Nuova Zelanda, ha rilevato la più imponente onda-mostro mai registrata nell'emisfero australe. L'increspatura misurava 23,8 metri, abbastanza da inghiottire cinque autobus a due piani o la Grande Sfinge di Giza, e ha incenerito il precedente record di 22,02 metri segnato nello stesso emisfero nel 2012.

Il luogo ideale. Il primato è stato misurato e studiato dagli oceanografi della MetOcean Solutions, che hanno precisato che l'Oceano meridionale (o antartico), spesso attraversato da tempeste, è un vero e proprio laboratorio di onde alte decine di metri e potenzialmente in grado di inghiottire una nave, e la cui altezza è almeno 2,3 volte la loro lunghezza (la distanza tra una cresta e l'altra): questi muri d'acqua si sono scoperti meno rari di quanto credessimo.

Ancora più alte. Le ricadute energetiche della tempesta dovrebbero presentarsi, sotto forma di cavalloni, sulle coste californiane questa settimana, precisano i ricercatori, che non escludono che la perturbazione abbia prodotto onde anche più alte, fino a 25 metri, non rilevate dalla boa.

Il dispositivo installato a marzo per studiare le condizioni estreme dell'Oceano meridionale registra dati per 20 minuti ogni tre ore, per risparmiare la batteria: alcuni mostri oceanici potrebbero pertanto essere passati inosservati.

L'onda più alta mai rilevata nella storia misurava 30,5 metri, prodotta però da uno tsunami, nel 1958, in seguito a un terremoto nella Lituya Bay, in Alaska.

15 maggio 2018 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us