Focus

Oceano blu: le più belle foto della NOAA

Cetacei e gabbiani, tartarughe e lamantini, polpi e chimere abissali. Scorci di vita marina immortalati dall'agenzia USA che studia e tutela oceani e atmosfera.

Molti di noi vivono l'ambiente marino soltanto d'estate. Alcuni invece lo studiano, fotografano e proteggono tutto l'anno: sono i ricercatori della NOAA, l'Amministrazione Nazionale Oceanica ed Atmosferica americana, un'agenzia federale che si occupa dell'osservazione e della conservazione di oceani e atmosfera, e della previsione dei cambiamenti che potrebbero interessarli. Dal 1970, anno della sua fondazione, l'ente ha accumulato interi archivi di foto davvero spettacolari. Vi mostriamo una selezione delle più belle, visibili anche su Flickr. Qui, gabbiani sostano sul muso di una megattera (Megaptera novaeangliae) in un santuario marino del Massachusetts.

L'inconfondibile caratteristica anatomica di una sula piediazzurri (Sula nebouxii), un uccello marino delle Galapagos.
Safari fotografico tra le isole Galapagos

Sguardo fugace tra una lontra e un ricercatore, prima che quest'ultimo si immerga in una foresta di alghe kelp, nel Monterey Bay National Marine Sanctuary (California).

Un cetriolo di mare o oloturia dal corpo trasparente e con il tratto intestinale in bella mostra.

Un elefante marino settentrionale (Mirounga angustirostris), con la caratteristica proboscide, incuriosito da un uccello marino, su una spiaggia del Monterey Bay National Marine Sanctuary in California.

Una pastinaca (fam. Dasyatidae), un pesce piatto "cugino" delle razze, sui fondali sabbiosi delle Cayman, al tramonto.

Un polpo Dumbo (Opisthoteuthis californiana) nella caratteristica posizione natatoria, mai osservata in altri polpi.
Guarda anche il balletto del polpo Dumbo

Un'esplosione di vita: la coda di una megattera tra centinaia di uccelli marini. Sullo sfondo, una nave della NOAA: siamo al largo dell'isola di Unalaska, in Alaska.

Un orso polare sul ghiaccio marino del Mare di Beaufort in Alaska.
Sale il termometro della Terra. E gli orsi polari mangiano i delfini

Una chimera (fam. Chimaeridae), un pesce cartilagineo abissale imparentato con gli squali. Le pinne laterali hanno recettori meccanici che captano la pressione di onde e correnti marine. Le linee visibili sul suo muso sono ampolle di Lorenzini, organi di senso che individuano i campi elettromagnetici delle potenziali prede.

Riuscite a vederlo? Un pesce neon trasparente (al centro nella foto) su un corallo stellato caraibico (Montastraea cavernosa).

Un isopode gigante (gen. Bathynomus) un crostaceo di 8-15 cm di lunghezza che vive nei fondali freddi e profondi di Atlantico e Pacifico.

La nuotata di alcuni cervi in uno scatto del 2011.

Un grande granchio eremita fa capolino dalla sua casa alle Hawaii. Vedi anche: una casa 3D per il granchio eremita

Una rana pescatrice sul fondale oceanico dell'Indonesia.

Un'iguana marina (Amblyrhynchus cristatus) alle isole Galapagos. Guarda anche le foto di una rara iguana cannibale

La nave di ricerca della NOAA PISCES al suo battesimo del mare, nel dicembre 2007.

L'uragano Katrina sopra al Golfo del Messico, il 28 agosto 2005.

Mamma lamantino nuota accanto al suo cucciolo nel Palm Beach Inlet, in Florida. Altri quadretti familiari del mondo animale e le più belle foto di cuccioli

Due sub della NOAA lottano per liberare una foca monaca delle Hawaii (Neomonachus schauinslandi) da una rete da pesca.

Una biologa della NOAA accanto a un cucciolo di orca marina nella parte meridionale del Mare di Ross, in Antartide. Il cetaceo potrebbe essere una nuova specie di orca marina scoperta tra i ghiacci della regione.

Un leone marino di Steller (Eumetopias jubatus) alza la voce, in uno scatto del 2013.

Il tentativo di contenimento di una macchia di petrolio al largo della costa sudorientale degli Stati Uniti.

Un veterinario della NOAA si prepara a ripulire una tartaruga di Kemp (Lepidochelys kempii) la più rara tartaruga marina, rimasta intrappolata in una macchia di petrolio.

Un sommergibile Delta riemerge in superficie nelle acque dell'isola di Santa Cruz, California.

Una giovane tartaruga verde (Chelonia mydas) sotto al Monumento nazionale marino di Papahānaumokuākea, un insieme di dieci isole e atolli del nord-ovest delle Hawaii.

Un riccio matita (fam. Cidaridae), un echinoderma membro delle comunità coralline dei fondali di Atlantico e Mediterraneo.

Molti di noi vivono l'ambiente marino soltanto d'estate. Alcuni invece lo studiano, fotografano e proteggono tutto l'anno: sono i ricercatori della NOAA, l'Amministrazione Nazionale Oceanica ed Atmosferica americana, un'agenzia federale che si occupa dell'osservazione e della conservazione di oceani e atmosfera, e della previsione dei cambiamenti che potrebbero interessarli. Dal 1970, anno della sua fondazione, l'ente ha accumulato interi archivi di foto davvero spettacolari. Vi mostriamo una selezione delle più belle, visibili anche su Flickr. Qui, gabbiani sostano sul muso di una megattera (Megaptera novaeangliae) in un santuario marino del Massachusetts.