Natura

Il riciclaggio inizia... in bagno

Si chiama NoMix Toilet, arriva dalla Svezia e porta l’ecologia nel luogo più intimo della casa: la tazza del water. Perché anche stando seduti lì si può fare del bene all’ambiente (9 aprile 2010)

Anche il WC si evolve, diventa più ecologico e impara a fare la… raccolta differenziata. Si chiama "NoMix toilette" ed è stato inventato in Svezia negli anni '90. Non è altro che un water capace di separare i rifiuti solidi da quelli liquidi (insomma, divide la cacca dalla pipì).

L’ingegnoso water raccoglie le urine nella parte anteriore della tazza e le feci in quella posteriore e le convoglia in due tubature distinte. I vantaggi di questo sistema sono numerosi: la separazione delle urine consente per esempio di utilizzarle come fertilizzante agricolo, risparmiando acqua ed evitando che le ingenti quantità di fosforo in esse contenute arrivino nei fiumi favorendo la proliferazione di alghe. E dalla parte solida dei rifiuti si potrebbe ricavare un carburante ecologico a bassissimo costo.


Dalla Svezia con furore

NoMix Toilet è tornata d’attualità dopo quasi 20 anni di silenzio grazie a un recente studio condotto dallo Swiss Federal Institute of Aquatic Science and Technology su 2700 cittadini europei. Secondo l’istituto elvetico l’80% degli intervistato ha riscontrato un grande entusiasmo verso il WC intelligente.
Nel frattempo lo zoo di Paignton, nel Devon (UK), pensa di utilizzare lo sterco prodotto dai suoi animali (solo gli elefanti superano le 2 tonnellate a settimana) come combustibile in un impianto a biogas per la generazione di energia elettrica.

9 aprile 2010
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us