Messico, il time-lapse di un'eruzione vulcanica in 30 secondi

Il risveglio del Popocatépetl, non lontano dalla capitale, documentato in un video che lascia senza fiato.

Situato a circa 70 chilometri da Città del Messico, il vulcano Popocatépetl (5.452 metri) brontola senza sosta dal 1991, ma la sua attività è documentata fin dall'epoca precolombiana. Tanto che il suo nome, in lingua azteca, significa "montagna che emette vapore".

Le più spettacolari eruzioni vulcaniche

Inutile dire che, data anche la vicinanza alla capitale, il monte sia continuamente monitorato: ed è proprio da una delle videocamere di sorveglianza che è stato catturato questo video che mostra, in time-lapse, una potente eruzione avvenuta il 17 giugno scorso.

Guarda anche l'eruzione di un vulcano dell'Alaska vista dalla ISS

In questi 30 secondi - che riassumono 12 minuti di puro terrore - potete vedere l'onda d'urto dell'esplosione seguita dal rotolamento di lapilli e massi lungo le pendici del vulcano (il movimento del materiale espulso appare naturalmente accelerato nel video).

La doppia faccia di un vulcano dallo Spazio

In realtà l'episodio non è stato particolarmente disastroso. Il cratere ha smesso di eruttare pochi minuti più tardi, anche se la colonna di cenere, alta diversi chilometri, è stata avvistata persino nello Spazio dal satellite meteo GOES-13. I venti hanno disperso fumo e ceneri a sudovest, lontano da Città del Messico, mentre i lapilli hanno incendiato alcune aree verdi vicino alla montagna ma senza pericolose conseguenze per persone e ambiente.

Le foto dell'Etna, meraviglia nostrana protetta dall'Unesco
Il mare di cenere creato da un vulcano cileno: guarda
20 Giugno 2013 | Elisabetta Intini