Natura

Le piante si scambiano i geni

Parte del patrimonio genetico delle piante superiori è fatto da geni estranei. Da dove vengono?

Le piante si scambiano i geni
Parte del patrimonio genetico delle piante superiori è fatto da geni estranei. Da dove vengono?

Una foglia di un albero di kiwi (Actinidia deliciosa ).
Una foglia di un albero di kiwi (Actinidia deliciosa ).

Si chiama “transfer orizzontale”, ed è lo scambio di geni tra specie diverse. Si pensava che avvenisse in particolare tra i batteri, ma ora è stato scoperto che anche le piante superiori si possono scambiare geni nel corso della vita. E che una parte a volte rilevante del loro patrimonio genetico è costituito da geni che provengono da altre specie.
I ricercatori hanno esaminato il Dna mitocondriale (cioè quello presente nelle piccole centrali energetiche della cellula) di circa 100 specie vegetali. Alcune di esse - il kiwi, il caprifoglio, la betulla, il papavero canadese e una pianta estremamente primitiva, l'Amborella - sembravano geneticamente imparentate con altre specie anche lontane. L'unica spiegazione di questa anomalia è che le piante stesse avessero in qualche modo acquisito parte dei geni dall'esterno.
Trasporti misteriosi. Non attraverso l'ibridazione o l'accoppiamento, ma forse con l'aiuto di funghi, virus o batteri che hanno funto da “trasportatori” di geni. Incorporano parte del genoma di alcune piante nel loro, e quando infettano un'altra specie rilasciano qualche gene, che va ad inserirsi nel patrimonio genetico della nuova specie. Nel caso del papavero canadese, hanno addirittura trovato un gene “ibrido”, composto per il 50 per cento da un gene catturato da una specie diversa, e per il resto trasmesso dai genitori.
La scoperta potrebbe mettere in dubbio la sicurezza con cui le grande aziende agroalimentari statunitensi propongono la coltivazione di organismo geneticamente modificati.

(Notizia aggiornata al 23 luglio 2003)

11 luglio 2003
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cent'anni fa, la scoperta del secolo: la tomba di Tutankhamon – l'unica ritrovata intatta nella Valle dei Re - svelò i suoi tesori riempendo di meraviglia gli occhi di Howard Carter prima, del mondo intero poi. Alle sepolture più spettacolari di ogni epoca è dedicato il primo piano di Focus Storia. E ancora: la guerra di Rachel Carson, la scienziata-scrittrice pioniera dell'ambientalismo; i ragazzi italiani assoldati nella Legione Straniera e mandati a morire in Indocina; Luigi Ferri, uno dei pochi bambini sopravvissuti ad Auschwitz, dopo lunghi anni di silenzio, si racconta.

ABBONATI A 29,90€

L'amore ha una scadenza? La scienza indaga: l’innamoramento può proseguire per tre anni. Ma la fase successiva (se ci si arriva) può continuare anche tutta la vita. E l'AI può dirci quanto. E ancora, Covid: siamo nel passaggio dalla fase di pandemia a quella endemica; le storie geologiche delle nostre spiagge; i nuovi progetti per proteggere le aree marine; tutti i numeri dei ghiacciai del mondo che stanno fondendo.

ABBONATI A 31,90€
Follow us