Le 10 nuove specie più bizzarre dell'anno

La top 10 degli ultimi, curiosi "nuovi arrivati" nella grande famiglia degli esseri viventi terrestri stilata dagli esperti tassonomi del College of Environmental Science and Forestry americano.

Come ogni anno il College of Environmental Science and Forestry della State University of New York, un prestigioso centro di ricerca americano specializzato in scienze ambientali e sostegno della biodiversità, ha stilato la classifica delle specie animali e vegetali più interessanti tra quelle nominate e classificate nell'anno precedente. Ecco la top 10 delle più bizzarre "new entry" della tassonomia del 2014.

Il pollo infernale. Niente paura, l'Anzu wyliei, un dinosauro piumato che popolava il Nord America all'epoca dei T-Rex e dei triceratopi, è ormai estinto. Tre scheletri ben conservati del dinosauro piumato, lungo 3,5 metri e pesante 200-300 kg, sono stati rinvenuti nella formazione di Hell Creek, un'area intensamente studiata dai paleontologi tra Nord e Sud Dakota, dove vissero 66 milioni di anni fa. Per le piume, le ossa cave e il becco corto da pappagallo, il dinosauro è stato soprannominato "pollo infernale".

Il parassita a forma di tubero. Ricorda vagamente una patata, o un corallo, la Balanophora coralliformis, una pianta parassita incapace di compiere la fotosintesi (poiché priva di clorofilla) che tra nutrimento da altre piante ospiti. Non appena scoperta sulle pendici del monte Mingan, nelle Filippine, tra i 1465 e i 1735 metri di quota, è stata dichiarata a rischio estinzione. Se ne conoscono al momento, soltanto una cinquantina di esemplari.

Il ragno acrobata. In caso di pericolo il Cebrennus rechenbergi, un ragno scoperto nel Marocco sudorientale, avanza sulla sabbia verso il nemico compiendo veri e propri salti mortali: capriole aeree (o ruote, se preferite) che gli consentono di spostarsi molto velocemente in un luogo - la sabbia del deserto - praticamente privo di nascondigli. Il comportamento è particolarmente dispendioso dal punto di vista energetico e riservato alle situazioni strettamente pericolose, e ha già ispirato la costruzione di un robot.
Guardalo in azione:

I misteriosi "funghi" sottomarini. Somigliano a galletti queste creature trovate a 1000 m di profondità sui fondali marini al largo di Victoria, Australia. In realtà le Dendrogramma enigmatica sembrerebbero imparentate con gli Cnidari o Celenterati (coralli e meduse e anemoni di mare), ma sono privi di molte delle più recenti caratteristiche evolutive dei loro presunti cugini e sono così strani, e antichi nell'aspetto che potrebbero appartenere a un nuovo phylum, cioè a un gruppo tassonomico del tutto sconosciuto finora. Qualcuno ha paragonato questi piccoli animali, lunghi appena 11 mm, a fossili viventi risalenti al Precambriano, l'alba della vita sulla Terra.

La rana che partorisce girini. Della strana storia di questo anfibio vi avevamo parlato già qui: questa rana del Sulawesi, una Limnonectes larvaepartus, ha partorito direttamente sulla mano di un ricercatore da tempo sulle sue tracce un gruppo di girini. Si tratta di una delle uniche 10 o 12 rane ad aver evoluto la fertilizzazione interna; e tra queste, è l'unica a partorire direttamente girini, e non piccole rane o uova già fertilizzate. Altre rane curiose

Il mollusco psichedelico. Se questo fosse stato un concorso di bellezza, la lumaca di mare Phyllodesmium acanthorhinum avrebbe vinto a mani basse. Questa piccola creatura marina (3 cm di lunghezza) dalle elaborate sfumature di blu, rosso e oro, scoperta nei mari di Okinawa, in Giappone, sembra essere l'anello mancante tra le lumache di mare che si nutrono di idrozoi, come polipi e meduse, e tra quelle che prediligono i coralli.

Il bastone che cammina. Nonostante l'impressionante lunghezza di quasi 23 cm, il Phryganistria tamdaoensis, un insetto stecco scoperto in un'area montuosa del Parco nazionale di Tam Dao, in Vietnam, non è il più lungo in famiglia (un suo parente nel Borneo raggiunge i 56 cm). La sua recente scoperta è però una prova del fatto che non occorrono dimensioni ridotte per sfuggire alle ricerche dell'occhio umano. Quel ramo si muove! Un mondo di insetti stecco

La vespa dai nidi-ossario. La Deuteragenia ossarium, una vespa di 15 mm di lunghezza scoperta nella Gutianshan National Nature Reserve della Cina orientale, ha un metodo un po' macabro di proteggere la prole. L'animale costruisce celle individuali per ogni uovo che depone, con pareti fatte di corpi di formiche morte: le sostanze chimiche emanate dagli strani "muri" tengono alla larga i predatori. Per ogni nascituro uccide un ragno che lascia "in dote", pronto per essere consumato.

Il miracolo di Natale. La Tillandsia religiosa, tradizionalmente usata nelle composizioni natalizie messicane, è risultata essere totalmente nuova per la scienza e solo nel 2014 ha ricevuto un nome e una descrizione scientifica. La pianta che cresce da Dicembre a Marzo negli habitat rocciosi del Messico, tra i 1800 e i 2100 m di altezza, ha i colori - verde e rosso - tipici della tradizionale festa religiosa.

Il pesce che disegna cerchi nella sabbia. Avete presente i cerchi nel grano? Sui fondali al largo dell'isola giapponese di Amami-Ōshima si sono trovati, a lungo, misteriosi disegni geometrici di circa 2 m di diametro, disegnati da un autore sconosciuto. L'artista è stato scoperto solo nei mesi scorsi: è questo pesce palla, ribattezzato Torquigener albomaculosus. I maschi costruiscono queste strutture per deporre le uova e far colpo sulle femmine (qui un maschio che morde la guancia della partner poco prima della deposizione delle uova).

Ogni cerchio viene utilizzato una volta sola, per un singolo accoppiamento. Far bella figura non è l'unico scopo della creatura: le creste intricate e concentriche servirebbero a proteggere le uova dalle correnti sottomarine. Più elaborato è il disegno, più le uova saranno al sicuro. E più il futuro padre risulta attraente agli occhi della compagna.

Ecco un maschio di Torquigener albomaculosus al lavoro: gli scavi avvengono facendo vibrare la pinna anale e tutta la metà inferiore del corpo contro la sabbia.

Come ogni anno il College of Environmental Science and Forestry della State University of New York, un prestigioso centro di ricerca americano specializzato in scienze ambientali e sostegno della biodiversità, ha stilato la classifica delle specie animali e vegetali più interessanti tra quelle nominate e classificate nell'anno precedente. Ecco la top 10 delle più bizzarre "new entry" della tassonomia del 2014.

Il pollo infernale. Niente paura, l'Anzu wyliei, un dinosauro piumato che popolava il Nord America all'epoca dei T-Rex e dei triceratopi, è ormai estinto. Tre scheletri ben conservati del dinosauro piumato, lungo 3,5 metri e pesante 200-300 kg, sono stati rinvenuti nella formazione di Hell Creek, un'area intensamente studiata dai paleontologi tra Nord e Sud Dakota, dove vissero 66 milioni di anni fa. Per le piume, le ossa cave e il becco corto da pappagallo, il dinosauro è stato soprannominato "pollo infernale".