Natura

La tempesta sul Pacifico nella foto di un pilota

L'imponente cumulonembo illuminato da un fulmine è stato catturato in alta quota da un pilota dell'Ecuador, impegnato ad evitarlo.

Maestosa e bellissima, nella sua potenza. Così appare una formazione temporalesca da 11.200 metri di quota. A fotografarla, dopo averla aggirata, è stato Santiago Borja (@CuePilot), pilota di una compagnia aerea, mentre conduceva un Boeing 767-300 a sud di Panama, verso l'America Latina.

Sotto i fari. L'uomo, che alla passione per il volo unisce quella per la fotografia, ha approfittato di un lampo per ritrarre una tempesta che si addensava sul Pacifico. Per un attimo l'anatomia del cumulonembo è parsa chiaramente visibile: si notano la corrente ascensionale (updraft), l'incudine (la formazione piatta che si protende, come una mensola, nella parte sommitale), e l'overshooting top, quella sorta di cupola visibile sopra all'incudine, prodotta dalla corrente ascensionale che "buca" il limite della troposfera.

Il caos e la pace. Scattare al buio pesto e in piena turbolenza non è stato un gioco - e la dice lunga su quanto i piloti siano tranquilli, anche in situazioni simili: «Le tempeste sono insidiose, perché i lampi sono molto rapidi, non c'è un treppiede e c'è il riflesso delle luci interne» ha raccontato Borja al Washington Post. «Amo questa foto perché si percepiscono la dimensione e la potenza della tempesta. E allo stesso tempo è incredibile come le si possa volare attorno tranquillamente, senza esserne toccati».

Lo scorso aprile, l'astronauta britannico Tim Peake aveva fotografato una tempesta sul Nepal, dalla Cupola della ISS. Anche in quel caso, incudine e overshooting top erano chiaramente visibili.

6 luglio 2016 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Tre colpi, una manciata di secondi e JFK, il presidente americano più carismatico e popolare disempre finiva di vivere. A 60 anni di distanza, restano ancora senza risposta molte domande sudinamica, movente e mandanti del brutale assassinio. Su questo numero, la cronaca di cosa accadde quel 22 novembre 1963 a Dallas e la ricostruzione delle indagini che seguirono. E ancora: nei campi di concentramento italiani, incubo di ebrei e dissidenti; la vita scandalosa di Colette, la scrittrice più amata di Francia; quello che resta della Roma medievale.

ABBONATI A 29,90€

La caduta di un asteroide 66 milioni di anni fa cambiò per sempre gli equilibri della Terra. Ecco le ultime scoperte che sono iniziate in Italia... E ancora: a che cosa ci serve ridere; come fanno a essere indistruttibili i congegni che "raccontano" gli incidenti aerei; come sarebbe la nostra società se anche noi andassimo in letargo nei periodi freddi; tutti i segreti del fegato, l'organo che lavora in silenzio nel nostro corpo è una sofisticata fabbrica chimica.

ABBONATI A 31,90€
Follow us