Natura

La tempesta sul Pacifico nella foto di un pilota

L'imponente cumulonembo illuminato da un fulmine è stato catturato in alta quota da un pilota dell'Ecuador, impegnato ad evitarlo.

Maestosa e bellissima, nella sua potenza. Così appare una formazione temporalesca da 11.200 metri di quota. A fotografarla, dopo averla aggirata, è stato Santiago Borja (@CuePilot), pilota di una compagnia aerea, mentre conduceva un Boeing 767-300 a sud di Panama, verso l'America Latina.

Sotto i fari. L'uomo, che alla passione per il volo unisce quella per la fotografia, ha approfittato di un lampo per ritrarre una tempesta che si addensava sul Pacifico. Per un attimo l'anatomia del cumulonembo è parsa chiaramente visibile: si notano la corrente ascensionale (updraft), l'incudine (la formazione piatta che si protende, come una mensola, nella parte sommitale), e l'overshooting top, quella sorta di cupola visibile sopra all'incudine, prodotta dalla corrente ascensionale che "buca" il limite della troposfera.

Il caos e la pace. Scattare al buio pesto e in piena turbolenza non è stato un gioco - e la dice lunga su quanto i piloti siano tranquilli, anche in situazioni simili: «Le tempeste sono insidiose, perché i lampi sono molto rapidi, non c'è un treppiede e c'è il riflesso delle luci interne» ha raccontato Borja al Washington Post. «Amo questa foto perché si percepiscono la dimensione e la potenza della tempesta. E allo stesso tempo è incredibile come le si possa volare attorno tranquillamente, senza esserne toccati».

Lo scorso aprile, l'astronauta britannico Tim Peake aveva fotografato una tempesta sul Nepal, dalla Cupola della ISS. Anche in quel caso, incudine e overshooting top erano chiaramente visibili.

6 luglio 2016 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us