Natura

Fiumi e torrenti sono più estesi di quanto si pensava, ma non c'è più acqua

Uno studio su dati satellitari rivela che l'estensione globale di fiumi e torrenti è di molto superiore a quanto finora stimato: non vuol dire che c'è più acqua dolce, ma è importante per rivalutare lo scambio chimico tra superficie e atmosfera.

I fiumi e i torrenti del nostro pianeta coprono un’area del 45% superiore a quanto si pensava: lo ha scoperto un team di ricercatori di due università americane (Carolina del Nord di Chapel Hill e Texas A&M University). A questo risultato, illustrato in un articolo pubblicato su Science, sono giunti al termine di uno studio molto complesso che li ha portati a incrociare immagini satellitari (in particolare 7.376 fotografie dei satelliti Landsat), misurazioni sul terreno e dati da modelli statistici.

Lo studio è di grande interesse. La questione non è la quantità di acqua dolce di cui possiamo disporre (l’acqua è sempre quella: è l’estensione dei fiumi che è maggiore), ma la funzione delle superfici turbolente dei corsi d’acqua, che, in generale, sono aree importanti per lo scambio chimico dei gas tra acqua e atmosfera.

fiumi della Terra, bacini idrici, mappe, landsat, nasa, satelliti
I fiumi della Terra (vedi): un precedente lavoro di mappatura (2017). © Robert Szucs

Una maggiore estensione dei fiumi significa anche un maggiore scambio di gas serra, perciò i nuovi dati hanno potrebbero assumere particolare importanza. I ricercatori hanno potuto determinare che la rete globale di fiumi e di torrenti copre 773.000 km quadrati, con un margine di errore di ± 10%. Si tratta ora di scoprire come la maggiore estensione fluviale abbia influenzato e influenzi i rapporti di scambio gassoso tra la superficie terrestre e l'atmosfera.

2 luglio 2018 Luigi Bignami
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Il racconto del decennio (1919-1929) che condusse un'Italia povera, ferita e delusa dalla Grande guerra nelle braccia di Mussolini. E ancora: distanziamento, lockdown, ristori... tutte le analogie fra la peste di ieri e il covid di oggi; come Anna Maria Luisa, l'ultima dei Medici, salvò i tesori artistici di Firenze; dalla preistoria in poi, l'impatto dell'uomo sull'ambiente e sul paesaggio.

ABBONATI A 29,90€

Il cervello trattiene senza sforzo le informazioni importanti per sopravvivere. Qual è, allora, il segreto per ricordare? Inoltre: gli ultimi studi per preservare la biodiversità; la più grande galleria del vento d'Europa dove si testano treni, aerei, navi; a che punto sono i reattori che sfruttano la fusione nucleare.


ABBONATI A 29,90€

Litigare fa ammalare? In quale sport i gatti sarebbero imbattibili? Perché possiamo essere cattivi con gli altri? Sulla Luna ci sono nuvole? Queste e tante altre domande e risposte, curiose e divertenti, sul nuovo numero di Focus D&R, d'ora in poi tutti i mesi in edicola!

ABBONATI A 29,90€
Follow us