Natura

La sabbia coi granelli a forma di stelle in Giappone

Lo spettacolo su alcune spiagge della Prefettura di Okinawa è dovuto ai gusci vuoti di microscopici organismi marini. È noto e apprezzato da tempo, ma ogni tanto torna popolare sul web.

Granelli di sabbia e stelle nel cielo vengono spesso paragonati, per provare a spiegare la vastità dell'Universo. Ma su alcune spiagge del Giappone, le stelle si possono... calpestare: la sabbia ne contiene a vista d'occhio.

I giapponesi la chiamano Hoshizuna no Hama ("Sabbia a forma di stella"): è da tempo una delle principali attrazioni turistiche di alcune isole della Prefettura di Okinawa, nella parte meridionale del Paese.

Involucro. I minuscoli astri non sono altro che gli esoscheletri ormai vuoti dei Foraminiferi, microscopici organismi unicellulari del regno dei protisti, abbondantemente diffusi negli ambienti marini. Queste creature sono rivestite da un guscio di carbonato di calcio che assume forme molto varie ed è usato per distinguerli e classificarli.

in balia delle onde. Quelli che vedete in queste foto sono in particolare, i rivestimenti del Baculogypsina sphaerulata, una specie di foraminifero di circa un millimetro che usa le cinque o sei punte del suo guscio per ancorarsi alle alghe, suo habitat naturale. Quando i foraminiferi muoiono, il loro scheletro viene riportato a riva dalle onde e si mischia con la sabbia. Così alcune spiagge delle isole di Hatoma, Iriomote e Taketomi risultano oggi punteggiate di piccole stelle.

Il fenomeno è noto da tempo - e anche segnalato da appositi cartelli - ma periodicamente, in estate, ritorna virale.

28 luglio 2017 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us