Natura

Ghiacciai: il calo per immagini

Così si sono rimpiccioliti dal 1850 due giganti di ghiaccio del Trentino: il ghiacciaio de La Mare e il ghiacciaio del Careser. In questa animazione potete vedere quanto la loro superficie si è ridotta.

La tragedia della Marmolada ce lo ha ricordato con prepotenza: i ghiacciai stanno subendo le conseguenze del riscaldamento globale. Da anni la superficie dei ghiacciai alpini si sta riducendo. "Il problema principale è il caldo estivo: causa una fusione massiccia del ghiaccio e quindi una riduzione della massa. A questo si somma una riduzione delle precipitazioni in inverno, che non permette nuovi accumuli", spiega Fabrizio de Blasi, ricercatore dell'Istituto di Scienze Polari del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr).

Nell'animazione qui sotto vi mostriamo con grafici e ricostruzioni l'evoluzione di due ghiacciai trentini, il ghiacciaio de La Mare e il ghiacciaio del Careser.

CIME SOPRA LO ZERO. "In estati calde come quella che stiamo vivendo, lo zero termico (l'altitudine alla quale la temperatura nella libera atmosfera è di 0 gradi) è arrivato a quote molto alte. Immaginiamo che arrivi a 4.000 metri: significa che tutto ciò che si trova al di sotto è a una temperatura superiore allo zero. E quindi fino a quell'altitudine i ghiacciai fondono", continua de Blasi. Lo scorso 25 luglio, lo zero termico sulle Alpi svizzere (misurato a Payerne) è arrivato a 5.184 metri: non superava quota 5.000, ben superiore a qualsiasi picco svizzero, dal 1995. "Conta sia il trend delle temperature estive medie, che è in aumento, sia la maggiore frequenza dei picchi di calore: sono eventi dei quali i ghiacciai risentono molto, fondendo se la temperatura si innalza anche solo per un periodo limitato", conclude il glaciologo. "Aggiungiamo che molti ghiacciai italiani hanno un'esposizione a sud. E che quest'anno il caldo precoce ha fuso molto presto la neve rimasta dall'inverno: è quella che protegge come una coperta il ghiaccio sottostante".

13 agosto 2022 Giovanna Camardo
Tag ambiente - natura -
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Albert Einstein amava la vita, la fisica e odiava le regole. Osteggiato in patria e osannato nel mondo, vinse molte battaglie personali e scientifiche. A cento anni dal Nobel, il ritratto del più
grande genio del Novecento che ha rivoluzionato le leggi del tempo e dello spazio. E ancora: la storia di Beppe Fenoglio, tra scrittura e Resistenza; l'impresa di Champollion, che 200 anni fa decodificò la stele di Rosetta e svelò i segreti degli antichi Egizi; contro il dolore, la fatica, la noia: le droghe naturali più usate nel corso dei secoli.

ABBONATI A 29,90€

Il sonno è indispensabile per rigenerare corpo e mente. Ma perché le nostre notti sono sempre più disturbate? E a che cosa servono i sogni? La scienza risponde. E ancora: pregi e difetti della carne, alimento la cui produzione ha un grande impatto sul Pianeta; l'inquinamento e le controindicazioni dell’energia alternativa per gli aerei; perché ballare fa bene (anche) al cervello. 

ABBONATI A 31,90€
Follow us